Siebel dà ossigeno all’Intelligence

Management

Alla recente User Week la società ha svelato il proprio Capitolo 2, tutto centrato sull’attenzione al front office

Uno dei segreti meglio custoditi da Siebel, che ha nel Customer Relationship Management il proprio core business, è quello di operare da circa quattro anni nel segmento della Business Intelligence con un risultati apprezzabili. E l’impegno societario in questa direzione diventa sempre più consistente. Dalla recente User Week, tenutasi a Los Angeles lo scorso ottobre, arrivano direttive precise sull’argomento: “Siebel, vuole rendere disponibile un'”actionable intelligence”, che, in un linguaggio meno informatico, significa democratizzare la diffusione della Business Intelligence (Bi) in azienda. Insomma, una business intelligence pervasiva, distribuita a tutti ovunque, che consenta di intraprendere decisioni di business. Una Business Intelligence che supera i confini dell’analisi in senso stretto delle Customer Analitics Applications, e offre soluzioni che, a fronte di un’analisi, siano in grado di fornire un’azione immediata di business. Intanto in questi quattro anni l’offerta di Bi di Siebel è cresciuta a ritmi considerevoli, a un tasso superiore al 70%, diventando l’area con il tasso di crescita più elevata della società. “Sulla piattaforma di Business Intelligence, ha commentato in un recente incontro Adriano Ceccherini – director, sales consulting ? South Europe Siebel offre applicazioni, soluzioni pacchettizzate, che si presentano come metaelaborati predefiniti per rispondere a necessità specifiche. Prima Siebel offriva soluzioni applicative per diverse categorie di utenti, che trovavano il loro contenuto operativo nei confini dei sistemi Crm, oggi le nuove applicazioni vanno a espandere il footprint Crm verso nuovi orizzonti. Con questa operazione Siebel non vuole cambiare il target d’utenza di riferimento, ma estendere il contenuto informativo, utilizzando elementi che vengono da sistemi non solo di Crm transazionali, ma anche Erp, Scm, Hr,?per compiere azioni di business più consistenti”. Oggi, quindi, sulla piattaforma di Business Intelligence analitica accanto a metalavorati di Crm tradizionale, anch’esso esteso nelle funzionalità (con i moduli Enterprise Service & Contact Center e Enterprise Sales) si aggiungono le componenti di Financial Analytics, Supply Chain Analytics, Workforce Analytics). Si tratta di soluzioni integrate in modo nativo con quelle Siebel, ma sviluppate per essere fruite in modo indipendente dalle piattaforme operazionali della società. Caratteristiche principali di una piattaforma che si prefigge di rendere più democratica la Business Intelligence sono la scalabilità e una modalità di delivery semplice. Requisiti che, a detta della società, sono alla base dell’architettura targata Siebel. È questo è il fondamento del capitolo 2 presentato da Mike Lawrie, ceo della società alla User Week, che vede nel frontoffice, come gestione dei clienti, il centro della crescita delle aziende nel prossimo decennio. E proprio il potenziamento dei processi in quest’area sono alla base della strategia societaria. Oltre al rafforzamento e alla maggiore focalizzazione sulla Business Intelligence, gli altri annunci della User Week riguardano nuove opzioni verticali per il Crm On Demand (per i servizi finanziari, l’industria hig-tech, la biofarmaceutica e l’industria automobilistica) l’investimento in termini di partnership e l’espansione nei mercati della Russia e della Cina. Per quanto riguarda le relazioni Siebel ha esteso e stretto nuove partnership. Con Ibm ha ampliato l’alleanza strategica in ottica di sviluppare in modo congiunto nuove applicazioni di Enterprise Analytics, facendo leva sull’esperienza e le realizzazioni di Ibm nel supply chain, nel finance, nella gestione del personale e nelle metodologie di sourcing strategico. Con Microsoft Siebel ha annunciato l’ottimizzazione delle Business Analytics per prodotti e tecnologie della casa di Redmond.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore