SirCam si neutralizza da solo

Management

Il produttore di antivirus Sophos sostiene che un baco nel virus ha impedito di scatenare loffensiva ieri

Nei giorni scorsi avevamo avvisato che il virus SirCam era programmato per esplodere il 16 ottobre, cancellando i dati di un utente infettato su 20. La data fatidica è invece passata senza grossi danni, e questo a causa di un errore nel codice fatto dal programmatore del virus. Il programma prevedeva infatti la generazione di un numero casuale da 1 a 20. Se questo numero fosse risultato uguale a 1, avrebbe cancellato il disco rigido. Il problema è che la verifica del numero avveniva prima della sua generazione, e quindi falliva sistematicamente di cancellare i dati del disco rigido. In ogni caso, la minaccia può essere servita a migliaia di utenti per verificare laggiornamento del proprio antivirus, e questa è sempre cosa buona e giusta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore