Sirmi, in chiaroscuro il mercato Ict

Workspace

Secondo il Centro Studi Confindustria la congiuntura economica è caratterizzata da una doppia forbice, nella crescita e nell’inflazione, tra Italia ed Eurolandia, che si sta ampliando ulteriormente. In frenata i consumi delle famiglie, anche se l’elettronica di consumo vola

Secondo Sirmi nel primo trimestre il mercato ICT cresce complessivamente del 2,1%, con un incremento per la parte IT del 3,1% e per le TLC del 1,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Registra un incremento del 7,0% il segmento del Consumer Electronics. Ma non è tutto positivo come sembra.

Secondo le prospettive del Centro Studi Confindustria (CSC) la Congiuntura economica è caratterizzata da una doppia forbice, nella crescita e nell’inflazione, tra Italia ed Eurolandia, che si sta ampliando ulteriormente. E’ un circolo vizioso che penalizza la competitività e le prospettive di sviluppo. Il piccolo recupero del PIL italiano nel primo trimestre 2008 (+0,1 dopo il –0,3% nel quarto, stime CSC) non modifica le prospettive di crescita nulla nel 2008.

L’Indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) ci segnala, invece, che i consumi delle famiglie italiane hanno avuto un decremento nel primo trimestre 2008 del -0,7% in quantità e un aumento del +3,0 % in valore. Questa frenata dei consumi in quantità è quasi esclusivamente dovuta alla forte diminuzione delle vendite del comparto beni e servizi per la mobilità (automobili e trasporti), mentre si rileva ancora una buona crescita dei beni e servizi per la comunicazione (comprese delle attrezzature informatiche e radiotelevisive) con una crescita complessiva in tale comparto, secondo l’ICC, del +9,0% in quantità e +1,8% in valore.

Le prospettive nei prossimi mesi, sia per quanto concerne la produzione industriale che i consumi, restano, però, pessimiste, a causa delle prospettive di aumento dei prezzi dei prodotti petroliferi ed energetici.

Di questa situazione congiunturale, il mercato ICT del primo trimestre di quest’anno ne ha risentito solo parzialmente; infatti, nonostante la crescita del +2,1% sia inferiore a quella registrata un anno fa nello stesso periodo, risulta essere comunque più elevata degli ultimi 3 precedenti trimestri.

Il Mercato IT registra un andamento positivo per il primo trimestre 2008 del +3,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’hardware continua a sostenere il mercato IT con un andamento positivo del 3,8%, anche se preoccupa la diminuzione costante del valore medio dei sistemi, che genera margini sempre più ridotti per i canali di vendita. In crescita di oltre 3 punti percentuali anche il Software e i Servizi di Sviluppo. I servizi di gestione, e in particolare il mercato dell’Outsourcing, sono frenati da una parte dalla mancanza di nuovi grandi contratti e dall’altra dal rallentamento dei rinnovi della PA.

In generale si segnala un buon andamento degli investimenti IT nei settori economici e professionali, mentre preoccupa la caduta delle spese per attrezzature informatiche nelle famiglie (consumer), non solamente causata da una maggiore saturazione di questo mercato, ma anche dalla s ituazione economica congiunturale che ha penalizzato i consumi in questo primo trimestre dell’anno.

Il Mercato delle TLC registra un segno positivo che conferma i trend già avviati nei mesi precedenti in cui Broadband e Mobile trainano la crescita. Per quanto riguarda le TLC mobili si registra una crescita del 2,6%.

In crescita anche il Consumer Electronics con un +7,0%, comparto all’interno del quale si registrano volumi in aumento per TV LCD e contenuti digitali multimediali. Sempre maggiore l’attenzione verso la tecnologia unita al design: la ricercatezza dell’estetica oltre che la multifunzionalità dei prodotti caratterizzano la domanda.

La situazione in questo comparto preoccupa comunque gli operatori, in quanto la situazione interna dei consumi ha avuto l’effetto di un notevole rallentamento della crescita che, negli ultimi 4 trimestri, è sempre stata a due cifre. In tale contesto, nonostante le previsioni non ottimistiche della congiuntura economica, serpeggia, tra gli operatori, un c auto ottimismo per il prossimo trimestre.

Il Mercato dei PC Client segnala per il primo trimestre 2008 un incremento dell’11,1% delle unità consegnate e un calo dell’1,1% nel fatturato. Infatti ad un generale aumento dei volumi, ad eccezione dei Desktop con configurazione consumer (-2,0%), corrisponde una diminuzione dei fatturati, in particolare per i prodotti consumer: i Notebook del 3,3% e i Desktop del 13,0%.

Il cambio euro-dollaro, con il dollaro debole, genera profitti e crescite quasi esclusivamente al di fuori dal sistema Italia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore