Sirmi, per l’IT è ancora segno negativo

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
tablet

Sirmi conferma che è il terzo anno di calo consecutivo. Pesante flessione per il segmento hardware, che compensa il crollo del mercato Pc con le vendite dei tablet

Dopo un 2009 nero, un 2010 difficile, anche il 2011 è un anno ancora di flessione per l’IT italiano. Sirmi archivia il 2011 con segno negativo (-3,8%). In controtendenza è solo il segmento Software (+1,5%), trainato da nuove licenze e dai canoni di manutenzione ed aggiornamento sull’installato. Ma il segmento Software riesce solo in parte a compensare il calo dei Servizi di Sviluppo (-2,1%), dei Servizi di Gestione (-3,5%) e soprattutto il crollo dell’Hardware (-7,3%).

I tablet sono l’unica gamma di prodotto di rilievo a mettere a segno una forte crescita. Senza i tablet, il comparto avrebbe registrato un profondo rosso: -17%.

Nel Mercato IT pesa la situazione critica dell’economia e della finanza non solo italiana, ma europea e mondiale in genere. La riduzione della capacità di spesa di tutti i comparti della domanda (individui, famiglie, professionisti, Imprese, Enti della PA) si riflette sull’andamento del mercato. Ma nei singoli comparti dell’IT, si osservano anche altri fattori: iper – competizione, durata del ciclo di vita dei prodotti, diffusione e livello di utilizzo di prodotti e servizi, e perfino la scarsità degli hard disk che ha causato lo shortage di componenti a causa delle alluvioni in Thailandia.

Il segno postivo del segmento Software è dovuto al fatto che le aziende hanno capito la reale componente di innovazione e di miglioramento per lo sviluppo del proprio business, grazie ai programmi informatici. Le aziende che meglio hanno affrontato le difficoltà di nel corso della stagnazione economica sono quelle che hanno il proprio core business nel Software e nelle attività ad esso legate.

Sulla componente Hardware pesa il mercato PC (che, inclusi i tablet, archiviano il 2011 con un -8.7%,e senza i tablet fanno registrare un decremento del 17,3%), i Server (-16%, e in particolare -25% per le linee high end) e lo Storage (-2,1%). Essi incidono per circa il 50% di tutta la spesa Hardware, e comportano la flessione del 7,3%dell’intero comparto.

Dì la tua in Blog Café: Spesa IT: come da previsioni meteo

tablet
Sirmi: i tablet compensano il calo del mercato Pc
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore