Sirmi sprizza ottimismo per il mercato It

Workspace

Il 2006 è stato l’anno della ripresa. I risultati raccolti dalla società di
analisi mostrano una crescita del 2.2% dell’It. Per il mercato delle Tlc
l’aumento è stato dell’1.7%

La crescita annua del mercato It italiano è stata complessivamente del 2.2%, con un quarto trimestre particolarmente positivo che ha registrato un incremento nell’ordine del 2.7%. E’ quanto emerge dall’analisi di Sirmi che evidenzia una ripresa in tutti i settori (hardware, software e servizi), con un lieve calo solamente per i servizi di gestione: -0.1% nel 2006. Il mercato delle Tlc cresce nel quarto trimestre dell’1.2% e annualmente dell’1.7%. Complessivamente il mercato italiano Ict registra incrementi dell’1.8% nell’ultimo trimestre e dell’1.9% nell’intero anno. Il mercato della elettronica di consumo mostra forti segnali di ripresa, trainato dalle vendite di fotocamere digitali, televisori al plasma e a cristalli liquidi, e lettori Mp3. Nell’intero anno il comparto è cresciuto del 12%, mentre nel quarto trimestre la crescita è stata del 6%. Il fatturato dei distributori supera la soglia di 6.500 milioni di euro, con un balzo di 4.5 punti percentuali rispetto al 2005. Esprinet possiede circa il 20% del mercato e questa quota è destinata a crescere, sostiene Sirmi, a seguito della recente acquisizione di Actebis. Sirmi riporta anche i risultati del mercato dei Pc client, in crescita annualmente del 10.5%; e del segmento midrange (sistemi, workstation e server) che cresce in termini di quantità, ma non in fatturato. I sistemi Unix, in mano per il 94% a tre vendor (Hp, Ibm e Sun) sono in forte calo: -26% come fatturato e -6.1% a volume. Nei Pc server continua la crescita dei sistemi blade che passano dal 9% del 2005 all’attuale 12%. Anno negativo invece per il comparto storage, a causa sia della diminuzione dei prezzi, sia di una offerta software che permette una migliore gestione delle informazioni archiviate, riducendo conseguentemente la necessità di comprare nuove unità. Da un anno all’altro il fatturato del settore è sceso del 9.8%. Il 60% del mercato è in mano a Ibm, Emc e Hp.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore