Sirmi vede la crisi nel quarto trimestre

AziendeMercati e Finanza

Nell’ultimo trimestre del 2008 tutti i segmenti del mercato Itc hanno segnato un andamento negativo: calo del 2% della spesa per l’Ict e del 7,6% per il Consumer Electronics, condizionato dalla perdita di capacità di consumo delle famiglie. Netbook al raddoppio. I dati nel dettaglio

La recessione affligge anche il mercato Ict. Sirmi archivia il quarto trimestre, registrando una flessione del 2% della spesa per l’ICT, che si attesta a circa 16,85 miliardi di euro, e un crollo del 7,6% per il Consumer Electronics, pesantemente condizionato dalla perdita di capacità di consumo delle famiglie.

Questi risultati pesano sul dato annuale: la crescita complessiva èinferiore al mezzo punto percentuale per l’ICT e sotto il 2% per il Consumer Electronics.

Nel dettaglio, il Mercato IT evidenzia una trimestrale negativa, con un declino della spesa End User del -5,1% rispetto al corrispondente periodo del 2007. Diminuisce soprattutto la spesa in prodotti Hardware, che si riduce dell’8,6%, ma

è significativa anche la flessione della domanda di Servizi IT (-4,6% per i servizi di sviluppo e -1,3% per i servizi di gestione, condizionati da contratti di più ampio respiro e quindi meno rapidamente comprimibili da parte dei Clienti), mentre il Software, pur anch’esso negativo, ha un calo inferiore all’1%.

I risultati del mercato IT a fine 2008 sono inevitabilmente condizionati dall’ultimo trimestre, facendo attestare la crescita annuale ad un modesto 0,7%: l’anno si chiude con dati ancora positivi per i prodotti Software (3,1%), mentre fa registrare un calo dello 0,9% per i prodotti Hardware, ed un andamento ancora positivo

per i Servizi IT.

In ambito Hardware, pesano il calo del fatturato dei Vendor per i Large Systems (-27,8%), le Workstation (-26,3%), lo Storage (-23,3%) e i Sistemi (-21,2%), tutti fortemente impattati dalla contrazione di investimenti e consumi del settore bancario e delle grandi imprese industriali.

I Sistemi Proprietari fanno registrare nel quarto trimestre un declino molto significativo sia del fatturato (-61,8%), sia dei volumi (-60,4%), e conseguentemente l’anno 2008 si chiude con un decremento del 29% per il fatturato e del 19,2% per le unità.

I grandi server Intel/AMD fanno registrare nel trimestre un fatturato in flessione del 23,5% e vendite in volume inferiori del 16,4%; per l’intero anno il decremento è del 9,3% in valore e del 3,7% in unità.

Per i prodotti Unix continua la scivolata del fatturato (-8,6%) come dei volumi (-4,9%); l’anno si chiude con un declino del 7% del fatturato e con un valore analogo per i volumi (-7,5%).

Come nei precedenti 3 trimestri, si osserva per le Workstation Risc su Unix un calo rilevante dei fatturati (-28,6%) e dei volumi (-15,1%).

Nel Mercato PC, solo i Notebook fanno registrare nell’ultimo trimestre una crescita delle consegne per i prodotti sia con configurazione consumer (23,6%) sia con configurazione professionale (13,8%), mentre a livello di fatturato, se i notebook consumer registrano una crescita (8,4%) quelli professionali registrano un calo di oltre il 10%. Le vendite di Netbook proseguono la loro tendenza estremamente positiva, registrando anche nell’ultimo trimestre 2008 una crescita più che doppia rispetto al III Q 2008 per numero di unità vendute. I PC server hanno un calo di fatturato rispetto al IV Q 2007 pari al 20%.

Il Mercato delle TLC mostra nel trimestre in esame un leggero calo (-0,1%); in particolare, la spesa in prodotti e servizi del segmento TLC Fisse si riduce complessivamente dell’1,7%, confermando così la chiusura a fine anno con

un dato negativo (-1%). La spesa in Telefonia Mobile (apparati e servizi) cresce nel trimestre dell’1,2% e nell’anno dell’1,1%, alimentata soprattutto dai Servizi a Valore e dalla Larga Banda Mobil e.

Il Mercato Consumer Electronics, che nel 2007 ha trainato il mercato, fa invece registrare nel quarto trimestre un crollo significativo, pari al 7,6%, rispetto allo stesso trimestre del 2007, determinando così un rallentamento della crescita, che si attesta ad un modesto 1,7% su base annuale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore