Sistema Paese: dalla diagnosi alle proposte

Aziende

Idc, Italia Lavoro e Innovazione Italia dopo il primo convegno del loro progetto scelgono tre obiettivi prioritari per promuovere sviluppo e competitività nel Paese

Dopo il primo convegno “Innovazione tecnologica, sviluppo dell’occupazione e nuova competitività del Sistema Paese” prende corpo il progetto che intende promuovere l’innovazione Ict nelle imprese e nella pubblica amministrazione, attrarre investimenti tecnologici in alcune aree del Paese e valorizzare le risorse professionali presenti nel Mezzogiorno. Imprese e istituzioni sono concordi sulle leve strategiche per promuovere lo sviluppo e la competitività del nostro Paese, ma nell’attuale scenario di mercato, occorre passare dall’analisi delle criticità alle proposte reali e attuabili per il rilancio dell’economia. Per raggiungere i risultati prefissati, il progetto si articola in tre momenti successivi e correlati: due fasi di ricerca e analisi, che hanno l’obiettivo di analizzare l’attuale scenario dell’innovazione ed esaminare alcuni modelli di successo italiani ed europei, e una fase conclusiva di presentazione delle nuove opportunità individuate, nella quale sarà esposta una relazione finale con i progetti innovativi selezionati.

L’indagine iniziale intende approfondire i fattori critici dello sviluppo locale, dalla capacità di attrarre capitali alle politiche di sviluppo, per comprendere i vantaggi e gli svantaggi della delocalizzazione di attività produttive in alcune aree del Meridione oppure all’estero e per individuare effettive opportunità di sviluppo. Saranno analizzati gli elementi di forza e debolezza degli insediamenti Ict nel Paese: il ruolo dei parchi scientifici e tecnologici, delle università, delle economie esterne, la consistenza delle infrastrutture e delle iniziative pubbliche e private. Il risultato della ricerca è la selezione e l’identificazione di opportunità di sviluppo per area geografica in ordine di priorità per il “Cantiere dei Progetti Innovativi”.

Nella seconda fase, si analizzeranno i modelli di successo italiani e internazionali per individuare, a partire da concrete esperienze, i problemi e le barriere che le imprese Ict hanno dovuto superare e, soprattutto, quali sono le condizioni che rendono fattibili e competitivi i progetti di insediamento e investimento produttivo nel meridione. Tra queste ultime si distinguono la presenza di forza lavoro specializzata e d’infrastrutture, i vantaggi per il costo del lavoro e per gli incentivi e la crescita della domanda anche attraverso politiche di promozione dell’e-government. A partire dai risultati delle prime due fasi e sulla base delle esperienze e delle condizioni di fattibilità, sarà realizzato un vero e proprio cantiere per valutare, individuare e concepire progetti innovativi concreti, i loro potenziali attori e le condizioni che possono determinarne il successo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore