Siti di servizio: Carta d’identità elettronica al via, Decreto banche, Investimenti al Sud, Opzione donna

Autorità e normativeNormativa
Siti di servizio: Cartà identità elettronica al via, Decreto banche, Investimenti al Sud, Opzione donna
2 1 Non ci sono commenti

Dal 4 luglio in poi, circa 200 amministrazioni comunali rilasceranno la carta d’identità elettronica. Decreto banche per le Pmi. Investimenti al Sud secondo l’Agenzia delle Entrate. Opzione donna per andare in pensione in anticipo

Carta identità elettronica al via: Dal 4 luglio in poi circa 200 amministrazioni comunali rilasceranno, progressiamente, la carta di identità elettronica (Cie), delle dimensioni del tesserino sanitario e della patente, contenente molte più informazioni rispetto al vecchio documento cartaceo: i dati del titolare, il codice fiscale, il codice a barre, e gli estremi dell’atto di nascita, le impronte digitali e la foto digitale (in bianco e nero e stampata al laser per l’anti contraffazione), il proprio consenso alla donazione degli organi e le modalità di contatto (telefono, indirizzo di posta elettronica o Pec).

Decreto banche: Le due misure dedicate alle aziende si riferiscono alle nuove possibilità di finanziamenti e prestiti. Il pegno mobiliare non possessorio consente di chiedere un prestito garantito da un pegno sugli immobili indirizzate all’esercizio di impresa. Altra nuova possibilità di prestito per le PMI è costituita dal finanziamento “garantito da trasferimento di bene immobile sospensivamente condizionato”. Salgono da quattro a sei i mesi di tempo che gli obbligazionisti hanno per presentare istanza di rimborso.

Siti di servizio: Cartà identità elettronica al via, Decreto banche, Investimenti al Sud, Opzione donna
Siti di servizio: Cartà identità elettronica al via, Decreto banche, Investimenti al Sud, Opzione donna

Investimenti al Sud: sul sito dell’Agenzia delle Entrate, moduli e procedura telematica per chiedere il credito di imposta per gli investimenti al Sud previsto dalla Legge di Stabilità 2016 (articolo 1, commi da 98 a 108, della legge 208/2015). L’agevolazione fiscale è destinata a imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati ad attività produttive al Sud: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abruzzo. Il credito d’imposta investimenti al Sud può essere utilizzato solo in compensazione, presentando il modello F24 tramite Entratel o Fisconline.

Opzione donna: Taglio dell’assegno pensionistico per le lavoratrici che esercitano nel 2016 l’Opzione Donna. Essa prevede almeno 35 anni di contributi versati e un’età di 57 anni e tre mesi per le lavoratrici dipendenti, 58 anni e tre mesi per le autonome.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore