Siti di servizio: Decreto sblocca debiti, Tariffe ACI, Aggioramento studi di settore, Spesometro 2012

Autorità e normativeAziendeMercati e FinanzaNormativa
Vittorio Grilli, ministro Economia: Sbloccata la prima tranche di Debiti PA verso imprese

Decreto sblocca debiti: Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che dà immediatamente il via al pagamento dei debiti commerciali scaduti della pubblica amministrazione. Tariffe ACI: Pubblicata in Gazzetta Ufficiale 74/2013 la nuova tabella con gli adeguamenti del sistema tariffario da corrispondere all’ACI (Automobile club d’Italia) per le attività relative alla tenuta del

Decreto sblocca debiti: Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che dà immediatamente il via al pagamento dei debiti commerciali scaduti della pubblica amministrazione.

Tariffe ACI: Pubblicata in Gazzetta Ufficiale 74/2013 la nuova tabella con gli adeguamenti del sistema tariffario da corrispondere all’ACI (Automobile club d’Italia) per le attività relative alla tenuta del PRA  (pubblico registro automobilistico). Per la prima iscrizione o rinnovo dell’iscrizione di un veicolo al Pra, l’importo da pagare è di 27 euro anche se con contestuale richiesta dell’annotazione dell’intestatario in leasing o della riserva della proprietà.  Lo stesso costo viene applicato per tutti gli adempimenti di cui alle domande giudiziali e sentenze previsti negli articoli da 2683 a 2695 Cc, nelle procedure concorsuali come il fallimento e il concordato preventivo e in sequestro conservativo, pignoramento e garanzie reali. La tariffa prevista per i certificati, come quello dello stato giuridico attuale, è stata fissata a 9 euro e a 6 euro per l’ispezione dello stato giuridico o la visura dei registri. L’importo ammonta a 13,50 euro per l’annotazione del trasferimento di proprietà «a favore dei contribuenti che fanno commercio di veicoli di cui all’art. 56, comma 6 del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446». Non si deve nulla all’Aci in caso di annotazioni della perdita e del rientro in possesso, della iscrizione e della cancellazione del fermo amministrativo, le annotazioni richieste dalle amministrazioni pubbliche centrali e periferiche per finalità di pubblico interesse.

Aggioramento studi di settore(Pdf): il nuovo invito, in formato telematico, rimpiazzerà l’alert, più tradizionale, recapitato tramite il servizio postale. La novità del “memo” in formato telematico avrà un triplice effetto: maggiore trasparenza, impulso alla semplificazione e abbattimento dei tempi d’attesa.

Spesometro 2012: con l’articolo 21 del dl 78/2010 e modificato con l’art. 2 c.6 del Dl n.16 del 2/3/2012, è stato introdotto l’obbligo di comunicare all’Agenzia delle Entrate le operazioni Iva. Questo  strumento dell’Amministrazione finanziaria per prevenire e contrastare i comportamenti fraudolenti sia in materia di Iva (frodi “carosello” e false fatturazioni) e sia in ambito di imposizione sul reddito.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore