Siti e seduzione

Aziende

Cosa manca a molti siti Web? La capacità di sedurre, ma non con l’ostentazione di corpi seminudi ma con la capacità di far diventare desiderabile un qualcosa, che in sé non lo è

Come si conquista il cliente su internet? Con la seduzione, certò può sembrare strano, ma tutti cercano attraverso il proprio sito d’accattivarsi il visitatore. Il problema è che nella gran parte dei casi il modo di sedurre è sbagliato. Basta dare un’occhiata a qualche sito di Pmi per rendersi conto degli errori che si commettono. Sebbene in ogni sito si percepisca la volontà di accattivarsi il visitatore utilizzando le più disparate sollecitazioni, il più delle volte il risultato è modesto. Il problema è determinato dalla scarsa propensione di guardare al sito in un’ottica diversa dalla propria e domandarsi se l’effetto che si vuole comunicare venga recepito da chi naviga. Mentre è semplice scegliere immagini e parole che hanno per il pubblico una notevole valenza emotiva è estremamente difficile ottenere gli stessi effetti utilizzandole per i propri fini. Come le barzellette più divertenti possono essere rovinate da chi non le sa raccontare, anche nel sito le immagini e frasi più belle possono risultare inefficaci se non si ha la capacità di calibrarle in relazione al feedback desiderato. Errori di comunicazione si riscontrano anche in aziende di un certo rilievo. Per esempio i testi relativi alla pagina del chi siamo. Una tendenza comune è quella di attribuirsi ingenuamente valori o qualità che non trovano giustificazione nel sito. Non è raro avvertire livelli di enfasi tali da sfiorare il ridicolo, oppure si rendono così oscuri da non far comprendere neanche l’attività che svolgono. Ci sono poi gli amanti della grafica che lasciano a immagini o animazioni il compito di comunicare con il loro visitatore. E qui si trova di tutto: chi ancora mette le clip art, chi ha pagato profumatamente un grafico per realizzare il tripudio in flash della sua intro. Anche quelli che hanno buon gusto non oltrepassano l’aspetto estetico dimenticandosi che la grafica è solo un mezzo che permette di rafforzare la comunicazione e non sostituirla. Se i contenuti sono scarsi o sono strutturati male non ci sarà alcun grafico che può porre rimedi. Insomma sembra che i siti si orientino più sui gusti delle Web agency e dei committenti che non sulle aspettative di coloro che dovrebbero visitarli. Per ulteriori informazioni su temi di Web marketing si può consultare il sito www.lazioimprese.it

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore