Siti veloci primi su Google

MarketingNetwork

Il parametro della velocità è sempre stato un criterio non secondario, ma ora entra a tutti gli effetti nel Webmaster Central Blog

Google premia i siti Internet che si aprono a tutta velocità. La lentezza è un handicap in Rete. Il parametro della velocità è sempre stato un criterio non secondario, ma ora entra a tutti gli effetti nel Webmaster Central Blog.

Per chi vuole arrivare ai primi posti nel Top ranking di Google non resta che ottimizzare il proprio sito per aprirsi “a tutta birra”. I dettagli tecnici sono stati messi in luce sul blog dal fellow di Google, Amit Singhal, e dal principale ingegnere Matt Cutts.

Più un sito è lento, meno gli utenti hanno voglia di navigarlo e di ritornarvi. Ma il nuovo criterio integrato nell’algoritmo di Google ha modificato meno dell’1% dei risultati di ricerca. Google premia l’esperienza d’uso: “Faster sites create happy users” (letteralmente: siti veloci rendono gli utenti più felici).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore