Le dieci competenze digitali e business skills nel 2020

AziendeFormazioneManagementMarketing
Competenze digitali (e-skills) e Business Skills da possedere entro il 2020 per trovare lavoro
6 16 1 commento

Anche i lavori IT, e il mondo del lavoro in generale, evolvono. Un’infografica spiega quali saranno gli e-skills, le competenze digitali ma anche i business skill, da acquisire o potenziare entro la fine del decennio. Perché ciò che va bene oggi, potrebbe finire in soffitta fra sei anni

I lavori IT evolvono, ma mano che le tecnologie si affermano, mandando in soffitta quelle vecchie: il cloud computing e la mobility sono per esempio due settori in grande crescita. Un’infografica, tratta da Top Ten Online Colleges, spiega quali saranno gli e-skills da avere o potenziare entro la fine del decennio: le competenze digitali (e i business skills), su cui investire, da qui al 2020. Fra sei anni le competenze acquisite, ideali per un lavoro oggi, potrebbero non essere sufficienti per rimanere sulla cresta dell’onda e trovare (o non perdere) lavoro domani.

Innanzitutto, per non offuscarsi la vista nella palla di cristallo, bisogna guardare ai driver di crescita. Le tecnologie social giocheranno un ruolo importante nella creazione di valore: dunque conviene coltivare e rafforzare skill come la social intelligence e la padronanza dei new media, per esempio.

Competenze digitaòi (e-skills) e Business Skills da possedere entro il 2020 per trovare lavoro
Competenze digitali (e-skills) e Business Skills da possedere entro il 2020 per trovare lavoro

Vediamo i driver da non perdere di vista: la longevità estrema, che farà innalzare del 70% gli Over60 negli USA (dunque, cresceranno robotica, telemedicina, e-health e tecnologie d’assistenza); aumenteranno le tecnologie Smart (con consueguente automatizzazione dei lavori ripetitivi); vovremo in un mondo Smart (dove sensori e processi faranno la parte del leone: la programmazione e il computing saranno e-skill essenziali); sotto i fari l’ecologia dei new media (il nuovo vernacolo sono i visual communication media, i nuovi tool di comunicazione); spopoleranno le aziende superstrutturate (le tecnologie social e gli strumenti 2.0 trainano nuove forme di produzione e creazione di valore, permettendo alle imprese di lavorare su scali estreme); vivremo in un mondo connesso a livello globale (al centro saranno diversità ed attabilità, perché USAed Europa non potranno più detenere il monopolio della creazione di lavoro, innovazione e potere politico).

Riassumendo, ecco i driver, da cui derivano le competenze digitali (e-skills) e i Business Skills da possedere (acquisire o rafforzare) entro il 2020 per trovare lavoro: la capacità di determinare il significato profondo di ciò che è stato espresso (making sense); la social intelligence (la capacità di connettersi agli altri in modo profondo e diretto, per percepire e stimolare reazioni e interazioni desiderate); un pensiero che si adatta e sappia essere innovativo (per trovare soluzioni e risposte in ogni situazione, anche fuori dall’ordinario); new media literacy (senso critico per sviluppare contenuti che utilizzino la forma dei new media e li sfruttino come leva per una comunicazione persuasiva); trans-disciplinarietà (capire i concetti attraverso molteplici discipline); design mindest (per rappresentare e sviluppare task e processi di lavoro per obiettivi desiderati); gestione cognitiva evitando l’overload informativo (individuare le priorità, usare filtri e discriminare le informazioni per importanza, per massimizzare le funzioni cognitive); collaborazione virtuale (lavorare con produttività, trainare l’impegno e dimostrare la propria presenza in un team virtuale).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore