Ricorso straordinario di Sky contro il Regolamento AgCom

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Sky fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo "Incostituzionale"
0 0 Non ci sono commenti

La Tv satellitare Sky del Gruppo di Rupert Murdoch ha impugnato il Regolamento AgCom, con un ricorso straordinario al Capo dello Stato. L’accusa: “Incostituzionale”

Il Regolamento AgCom è entrato in vigore lo scorso 31 marzo, ma ha già una vita travagliata. Sky impugna il Regolamento AgCom, e si unisce al coro di chi contesta il controverso regolamento sulla promozione e tutela del diritto d’autore online, varato dall’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni lo scorso 12 dicembre, e già portato in tribunale dalle associazioni di settore. La Tv satellitare Sky del Gruppo di Rupert Murdoch fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo “Incostituzionale“. L’emittente si è rivolto al Capo dello Stato in quanto le nuove norme, un enforcement del copyright, conterrebbero un “eccesso di delega”, che risale al decreto Romani del precedente governo Berlusconi. In poche parole, l’accusa è che sarebbe stato concesso un potere anti costituzionale all’Agcom per varare nuove regole contro la pirateria. L'”eccesso di delega” concesso da parte del legislatore all’Agcom vizierebbe l’intero Regolamento. Si tratta di un critica al metodo, già sollevata da associazioni dei consumatori (Altroconsumo, Movimento di difesa del Cittadino), Assoprovider,  Federazione dei media indipendenti (Femi), Open media coalition e associazione Nazionale Stampa Online.

Infatti l’AgCom è un’authority indipendente che però, stando alle accuse, sarebbe mutata geneticamente, arrogandosi, attraverso l’eccesso di delega, la pretesa di regolamentare in via amministrativa reati ed illeciti previsti dai codici civili e penali, bypassando il Parlamento italiano, a cui spetta invece il compito di legiferare – in base alla Costituzione.

Sky fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo "Incostituzionale"
Sky fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo “Incostituzionale”

In precedenza, Movimento di difesa del Cittadino, Altroconsumo, Assintel e Assoprovider-Confcommercio avevano portato il Regolamento AgCom davanti al Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del  Lazio: l’udienza per la decisione è stata fissata al 25 giugno 2014. Il Vicepresidente Nazionale MDC Francesco Luongo, da Marco Pierani Responsabile affari istituzionali di Altroconsumo e da  Dino Bortolotto Presidente Assoprovider-Confcommercio hanno chiesto all’AGCOM “una moratoria nell’applicazione del  Regolamento all’esame del Tar almeno fino alla Sentenza di primo grado, per evitare che eventuali provvedimenti vengano assunti in base  ad una norma che potrebbe essere dichiarata illegittima in tutto o in parte“.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore