Skype si scusa e spiega i motivi del disservizio

NetworkVoip
Skype si scusa e spiega i motivi del disservizio
1 1 Non ci sono commenti

Skype si scusa per il disservizio, che ha impedito agli utenti di effettuare chiamate o videochiamate. Ecco perché è avvenuto il blackout di lunedì

Un lungo blackout, Skype Down, è durato quasi 15 ore ed era iniziato alle 10:20 di lunedì mattina. Il servizio VoiP di Microsoft si scusa e spiega le ragioni del disservizio che lo ha colpito.

Skype si scusa e spiega i motivi del disservizio
Skype si scusa e spiega i motivi del disservizio

Skype precisa di aver modificato il sistema con un cambio di configurazione più ampio del consueto che non sarebbe stato gestito correttamente da alcune versioni di Skype. Ciò ha provocato la disconnessione degli utenti dalla rete; i tentativi di riconnessione hanno generato l’intenso traffico che ha condotto al blackout.

Skype si scusa per il disservizio, che ha impedito agli utenti di effettuare chiamate o videochiamate, e ad altri di usare servizi come la messaggistica o accedere alla lista dei contatti. Gli utenti di Skype per il Business non hanno incontrato problemi.

A giugno Microsoft ha rilasciato Skype for Web in Beta che non richiede installazione, infatti per accedere basta effettuare il login con il proprio account Microsoft o Skype. Per utilizzare Skype per la messaggistica istantanea senza installazione, direttamente dal browser, si accede alla pagina principale del servizio e, se previsto, si attivano le notifiche del browser, cosicché all’arrivo di un messaggio o di un nuovo contatto, lampeggia un’icona nella barra. Invece è necessario un plugin aggiuntivo nel browser per effettuare chiamate vocali e videoconferenze con Skype for Web. Quando Microsoft adotterà la tecnologia WebRTC, non sarà più necessario installare alcun plugin nel browser: in futuro tutto sarà a portata di browser.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore