Slitta il filtro nei Pc in Cina

Aziende

Dal primo luglio era atteso il via della nuova normativa anti pornografia, ma Pechino ha rinviato l’installazione del filtro Green Dam a data da destinarsi. Solo Sony era pronta

La lobby dei vendor Pc, le polemiche su Twitter e il caos nel bazaaar digitale, devono aver fatto riflette le autorità di Pechino. La Cina ha rinviato l’installazione del filtro nei Pc a data da destinarsi. Lo riporta l’Agenzia Xinhua, rilanciata da Reuters .

Solo Sony era in regola con il filtro anti pornografia nei Péc in vendita dal primo luglio.

Il controllo Green Dam è visto come un’ulteriore giro di vite su desktop da affiancare alla censura online del Grande Firwall.

Leggi: Green Dam, il produttore clonato è sotto cyber-attacco

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore