Slitta il nuovo Blackberry LTE e Rim cede in Borsa

AziendeMarketingMercati e Finanza
RIM deve rifocalizzarsi su consumer ed enterprise

Rim scivola, perdendo oltre l’8%, dopo aver annunciato che la nuova generazione di Blackberry è rinviata alla seconda metà del 2012. Saranno Blackberry dual-core e LTE

Dopo il black-out delle scorse settimane, Rim registra un nuovo scossone. Slitta il nuovo Blackberry e Rim arretra a Wall Street: – 8.3%. Il vendor canadese ha annunciato che la nuova generazione di Blackberry è rinviata alla seconda metà del 2012, e non sarà a scaffale a inizio anno nuovo. Il co-CEO Mike Lazaridis chiede “pazienza e fiducia” perché il nuovo Blackberry avrà un processore che non sarà disponibile nei tempi stabiliti.

Ad approfittare delle difficoltà di Rim nel lancio dei nuovi Blackberry sono i rivali iPhone e Android. Rim sta mettendo a punto BlackBerry 10, in precedenza noto come BBX: i prossimi modelli supporteranno i chip dual-core con LTE integrato. Saranno dunque Blackberry dual-core e 4G. BB10 supporta HTML5 ma soprattutto l’emulatore Android per BlackBerry Runtime che porterà finalmente quello che in molti aspettano, ovvero la compatibilità con le app Android sui dispositivi BlackBerry.

Il titolo di Rim ha perso il 74% quest’anno. RIM è stata costretta ad abbassare le stime: venderà da 11 a 12 milioni di Blackberry 7 nel quarto trimestre contro i 14.1 milioni del terzo trimestre. Ha deluso anche il PlayBook di Rim arrivato sul mercato senza il supporto all’email (supporto rinviato più volte, e che non arriverà fino a febbraio).

Nel terzo trimestre il market share di Rim è crollato dal 24% al 9.2% (fonte: Canalys), con vendite in discesa del 6 percento a 5.17 miliardi di dollari e utili in caduta libera del 71 percento a 265 milioni di dollari, o 51 centesimi per azione.

Blackberry Touch
Blackberry Bold Touch
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore