Smart City Exhibition si declina al femminile

AziendeMarketing
Smart City Exhibition
1 0 Non ci sono commenti

Le migliori idee per smart city sempre più al femminile, da Torino all’Aquila, passando per Roma, sono state premiate da Microsoft e Asus. Ecco i progetti di conciliazione e telelavoro più interessanti

Smart City Exhibition è un progetto che ha un filo rosso: la conciliazione. Le migliori idee per smart city sempre più al femminile, da Torino all’Aquila, passando per Roma, sono state premiate da Microsoft e ASUS. Una città può diventare smart solo se è inclusiva: “conciliazione, telelavoro e tempo per sé” sono le richieste rivolte dalle donne alla tecnologia.

Smart City Exhibition, giunta alla terza edizione, quest’anno indossa la “lente di genere”, e succede alla presenza della commissione composta da Roberta Cocco (direttore National Plan Microsoft Western Europe), Flavia Marzano (Presidente Stati generali dell’Innovazione), Monica Parrella (dirigente generale Dipartimento Pari Opportunità), Gianni Dominici (Direttore generale FORUM PA) Antonella Galdi (Vicesegretario generale ANCI), Manuela Lavezzari (Direttore Marketing ASUS).

L’iniziativa promossa da FORUM PA e futuro@lfemminile in collaborazione con ASUS e Microsoft, è nata per “valorizzare e diffondere le migliori esperienze di uso delle tecnologie per una governance territoriale inclusiva ed attenta alle pari opportunità”.

I progetti più originali – che hanno ricevuto una menzione d’onore tra quelli scelti – “vedono le donne coinvolte nella vita politica e quotidiana, impegnate in progetti concreti che possono impattare positivamente sulla qualità della vita di tutta la cittadinanza”.

In Tempo, presentato dal Comune di Padova, prevede la realizzazione di servizi multipiattaforma (web, webapp per tablet, app nativa android) e multicanale (pc, totem touch, smartphone, tablet) che promuovano l’avvicinamento e la partecipazione dei cittadini, e in particolare delle donne, alla vita sociale del territorio.

L’angolo del computer, in collaborazione con la Regione Lazio, sfrutta Office 365, punta a realizzare sale computer a costo zero, tramite materiale informatico recuperato da aziende ed enti pubblici nei centri anziani di Roma, per avviare corsi di computer a vantaggio di tutta la cittadinanza, con particolare riferimento agli anziani.

Telelavoro.Torino.Conciliabilità, che vede la collaborazione della regione Piemonte e dell’Istituto superiore delle comunicazioni e delle tecnologie dell’informazione (ISCOM), organo scientifico del Ministero dello sviluppo economico, ha svolto una ricerca sul progetto Telelavoro.To.Com avviato nel 2013 dal Comune di Torino. Il progetto ha permesso a venti impiegate con problemi familiari, di salute o di raggiungimento del luogo di lavoro, selezionate con bando, di telelavorare, grazie a soluzioni di Comunicazione e Collaborazione Integrate, per quattro giorni su cinque, garantendo un giorno di rientro e due ore di reperibilità telefonica.

L’iniziativa “L’Aquila, città per le donne. Percorsi partecipativi per una lettura di genere della realtà urbana”, realizzato con la Regione Abruzzo, ha proposto le donne come protagoniste di una ricostruzione pensata e strutturata a misura di cittadina (professionista, madre, casalinga, sportiva, amica).

Smart City Exhibition
Smart City Exhibition

Secondo ICity Rate 2014, Milano passa dal quinto al primo posto in tre anni. Sul podio anche Bologna e Firenze.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore