Smart City: l’Italia fa progressi, ma va a doppia velocità

AziendeMercati e Finanza
Smart City: l'Italia fa progressi, ma va a doppia velocità
1 3 Non ci sono commenti

Smart City Index è giunta alla terza edizione. Bologna è la città più smart d’Italia

Nello Smart City Index 2016, le città metropolitane si posizionano in cima alla classifica – Bologna è la città più smart d’Italia -, ma crescono le città medie e tra le piccole spicca Mantova. In generale, l’Italia compie progressi, ma va a doppia velocità: infatti emergono le difficoltà del Mezzogiorno.

Investimenti e un mercato ricettivo portano sul podio Bologna, Milano, Torino. Ben 23 città medie, in crescita senza sosta, si piazzano tra il 4° e il 39° posto. La dimensione ridotta funziona da facilitatore dello sviluppo delle infrastrutture e aiuta il reperimento dei finanziamenti. È confermata l’arretratezza delle piccole città del Sud: per superare le difficoltà, servono investimenti infrastrutturali intelligenti.

Smart City Index è giunta alla terza edizione. Bologna è la città più smart d'Italia
Smart City Index è giunta alla terza edizione. Bologna è la città più smart d’Italia

Dalla terza edizione del rapporto Smart City Index, all’evento Italia Smart di EY, iniziativa è patrocinata da Agenzia per l’Italia Digitale, organizzata con il supporto di Ericsson, Indra e TIM, emerge che Bologna ha la palma d’oro come città più smart d’Italia.

A Nord Est, la medaglia di città più innovativa va a Trento che conquista la sesta posizione, seguita da Reggio Emilia che dalla 14esima posizione risale fino all’ottavo. La maggior parte dei capoluoghi dell’area più industrializzata dell’Italia compare nelle prime 50 posizioni. Rovigo si classifica all’83° posto ed è fanalino di coda. Il litorale romagnolo, da Ravenna a Cervia, è il più connesso d’Italia, con oltre 50 km di spiagge coperte dalla connettività WiFi.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore