Smau-Webbit oggi. Domani Smau-Futurshow?

Aziende

Dopo aver acquisito Webbit, il presidente di Smau, Alfredo Cazzola, non fa mistero di pensare ad altre sinergie. Il Futurshow potrebbe essere la prossima?

Ce l’ha fatta. Passo dopo passo, solo dopo sette mesi dal suo arrivo in Smau, Alfredo Cazzola si è aggiudicato Webbit per 1,250 milioni di euro. Smau si chiamerà Smau-Webbit. Si terrà sempre a Milano nell’area ex Portello, a ottobre nelle date stabilite. Ma avrà un’attenzione ancora più marcata nei confronti delle piccole e medie imprese e della Pubblica Amministrazione, da sempre nel mirino di Webbit, fiera di informatica smaccatamente BtoB, nata a Padova e trasferitasi per la prima volta a Milano nel giugno scorso. Webbit offrirà a Smau consulenza (per una cifra annua di 200mila euro) e Smau si impegnerà a ridisegnare con più forza l’evento dedicato all’Ict. Poi nel 2009 Fiera Milano ? oggi nella parte del venditore di Webbit che possedeva tramite la controllata TL.TI Expo ? potrà esercitare un’opzione sull’acquisto del 51% di una nuova società appositamente costituita dove la stessa Promoter conferirà il proprio ramo di azienda Ict.Tutti contenti: Promoter, Fiera Milano e TL.TI Expo. Al grido uniamo le forze per valorizzare il settore Ict, sinergie, sinergie. Per ora non è dato sapere come si caratterizzerà Smau-Webbit, bisognerà attendere il 14 giugno per avere anticipazioni più precise sul programma dell’evento, nel quale Webbit calerà la sua formula convegnistica e formativa. Ma i promotori intravedono grandi opportunità di mercato. Sicuramente una decisione strategica ma forse, mi viene da pensare, anche una scelta obbligata visto che si mormora che le aziende “sicure” di confermare la loro presenza in Smau siano ancora poche.Nella nuova veste, Smau-Webbit sembra ancora più debole nell’area consumer. Per questo Cazzola non fa mistero del fatto che sta “parlando” anche con Claudio Sabatini, il patron del Futurshow, approdato in Fiera a Milano dalla storica Bologna nel novembre scorso. “Abbiamo già mostrato al signor Sabatini tutta la nostra disponibilità per capire se sono possibili collaborazioni ? ha sottolineato Cazzola -. Smau non è un evento mediatico ma di mercato e il Futurshow è un evento importante. Credo che sia significativo poter lavorare per una integrazione tra le due manifestazioni e capire quale possa essere il ruolo del Futurshow”. Ce la farà? Lui è abile e il mercato è sofferente. Forse ha intrapreso la strada giusta per ridare fiducia e slancio a un settore un pò depresso e a una fiera in crisi (alla quale non lesina critiche: “In passato, chi mi ha preceduto ha commesso grossi errori organizzativi”). Mancano cinque mesi al debutto. Credo che ne vedremo ancora, da qui a ottobre. Per ora, una bocca di aria fresca.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore