Snapchat verso IPO da 25 miliardi di dollari

AziendeMercati e Finanza
Snapchat verso IPO da 25 miliardi di dollari
1 1 Non ci sono commenti

Snap, la capofila di Snapchat, si quoterà in Borsa. L’app del social network di Venice, in California, è valutata fra i 20 e i 25 miliardi di dollari

Si tratterebbe della più grande quotazione dal 2014, quando sbarcò in Borsa la cinese Alibaba, valutata 170.9 miliardi di dollari, dopo anni di vacche magre. Sarebbe la maggiore quotazione statunitense dall’Ipo di Facebook che debuttò nel 2012 a quota 81.2 miliardi di dollari. Snapchat si avvia verso IPO da 25 miliardi di dollari. L’app del social network di Venice, in California, è valutata fra i 20 e i 25 miliardi di dollari, ma l’azienda, che ora produce anche smartglass Spectacles, fattura meno di un miliardo di dollari all’anno.

Snapchat verso IPO da 25 miliardi di dollari
Snapchat verso IPO da 25 miliardi di dollari

Non è stata presa alcuna decisione definitiva sull’IPO, ma si parla di una data entro fine marzo. L’IPO di Snap, capofila di Snapchat, viene guardata favorevolmente anche per convincere gli unicorni (le startup valutate oltre il miliardo di dollari) a quotarsi, anche se, dopo l’elezione di Donal Trump, si respira più incertezza e volatilità a Wall Street. Ma soprattutto la scelta di Snapchat suona la sveglia ai cosiddetti decacorn, le startup valutate decine di miliardi di dollari, come Uber e Airbnb.

Quest’anno si sono quotate 123 aziende tecnologiche, raccogliendo 7.1 miliardi di dollari in tutto, con un calo del 58% nei ricavi e un declino del 20% nel numero di offerte.

Snapchat è stata fondata nel 2012 come app gratuita che consente agli utenti di inviare foto che svaniscono dopo pochi secondi. Conta più di 150 milioni di utenti attivi, circa il 60% dei quali nella fascia d’età compresa fra i 13 e i 24 anni: è l’app più attraente per gli inserzionisti che vogliono raggiungere i millennial. Il fatturato derivante da advertising è salito dai 59 milioni di dollari del 2015 ai 350 milioni di dollari attuali.

Secondo Bloomberg, l’applicazione punta a raccogliere fino a 4 miliardi di dollari, con una valutazoone fra 25 – 35 miliardi, ma c’è chi si spinge a 40 miliardi di dollari. Molto dipenderà anche dalle vendite di Spectacles, gli smartglass da 130 dollari.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore