Softpeople Group diventa Visiant

Aziende

Presentati nuovo brand e strategie del gruppo italiano specializzato
nell’offerta di soluzioni e servizi IT

Milano – Softpeople Group, azienda di soluzioni e servizi nell’ambito dell’Information & Communication Technology da oggi ha un nuovo nome: Visiant. Il cambiamento rappresenta un’importante tappa nell’evoluzione del progetto imprenditoriale nato sei anni fa e segna il culmine di un processo che ha visto l’azienda evolversi e crescere a ritmi serrati del 30-35%, anno su anno. E’ per questo, rende noto un comunicato, che il re-brand valorizza sia un nuovo corso in termini organizzativi segnato da una ristrutturazione interna al gruppo sia una precisa scelta strategica in termini di posizionamento sul mercato attraverso una serie di servizi e un approccio evolut i. Al centro di tutto c’e’ una strategia unitaria con il decentramento decisionale necessario per essere tempestivi e sempre vicini ai clienti di riferimento. Oggi Visiant, forte di un percorso di riorganizzazione aziendale volto a rafforzare la struttura finanziaria, operativa e commerciale presenta la sua offerta attraverso quattro principali Poli di competenza: Enterprise, Outsourcing, Erp e Security. E’ stato portato avanti un progetto di lavoro ritenuto fondamentale per consolidare le competenze di alto livello dei singoli Poli e offrire ai clienti un servizio di consulenza e gestione dei processi che hanno impatto sull’organizzazione e la tecnologia. Da qui la nascita della divisione Consulting del tutto trasversale e di supporto a valore aggiunto ai diversi poli. L’offerta e’ infine completata da poli ad alta specializzazione in ambito tecnologico/ingegneristico da un lato, e in ambito web e comunicazione dall’altro. Con “IT’s Future”, pay-off del nuovo brand, oggetto di un’importante campagna di comunicazione, l’azienda punta a confermare la posizione di consulente ad elevato valore aggiunto per i Large Account e, attraverso acquisizioni e part nership mirate, iniziera’ a muoversi con competenza su terreni relativamente nuovi o poco esplorati come il finance e la Pubblica amministrazione. Con il suo nuovo corso, prosegue la nota, Visiant apre la strada all’acquisizione e al rafforzamento degli strumenti necessari per continuare nella direzione del progetto di quotazione in borsa in programma nei prossimi anni. Un percorso che prevede anche l’apertura e l’investimento nei mercati esteri che vedranno un primo step in Europa e di seguito un’evoluzione di livello intercontinentale. Competitivita’, esperienza, snellezza e affidabilita’ sono gli elementi che contraddistinguono la nascita di Visiant, che e’ il frutto di un processo avviato, solo sei anni fa dal presidente Luciano Marini, professionista con 30 anni di esperienza nel settore. L’idea era quella di dare vita a un’azienda che fosse in grado di offrire consulenza, servizi e soluzioni a 360 gradi nel panorama dell’ICT e di posizionarsi come un partner unico per le imprese. Dopo il primo anno di attivita’ le Business Unit di Softpeople Group erano diventate gia’ nove rispetto alle tre iniziali e i ricavi ammontavano a 20 milioni di Euro. Una partenza al fulmicotone ribadita negli anni successivi con il raddoppio del numero di Business Unit, la crescita dei dipendenti e soprattutto dei ricavi complessivi superiori, nel 2005, a 96 milioni di Euro e arrivati nel 2006 a 125 milioni (risultati preliminari). Uno sviluppo, conclude la nota, che acquista maggiore valore perche’ in controtendenza rispetto ai trend generali del mercato IT degli ultimi anni. [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore