Solo e-mail per la P.A

NetworkProvider e servizi Internet

La Gazzetta Ufficiale n.8 del 12 gennaio 2004 pubblica la direttiva del
ministro Stanca su l’impiego della posta elettronica nelle Pubbliche
Amministrazioni.

Come si apprende da una nota del Ministero per l’Innovazione e le Tecnolgie, la direttiva, firmata il 27 novembre scorso di concerto con il Ministro della Funzione Pubblica, dispone l’obbligo per le Pubbliche Amministrazioni di dotare tutti i dipendenti, anche quelli senza computer, di una casella di posta elettronica per scambiarsi informazioni, atti e documenti. La progressiva eliminazione dei registri cartacei attraverso l’utilizzo di sistemi di protocollo informatico (dal 1° gennaio 2004 è entrata in vigore la direttiva sui sistemi di gestione documentale) unita all’uso diffuso della posta elettronica come strumento di comunicazione interna nella pubbliche amministrazioni, dà il via ad una vera e propria rivoluzione digitale nella PA con notevoli vantaggi in termini di economicità ed efficienza dell’attività amministrativa. La promozione di ogni iniziativa, anche formativa, finalizzata all’utilizzo della posta elettronica porterà infatti notevoli vantaggi in termini di abbattimento dei costi (si pensi che fino ad oggi il costo per inviare una qualsiasi lettera da un’amministrazione ad un’altra è stato stimato in 20 euro); maggiore semplicità e velocità di trasmissione, inoltro e riproduzione dei documenti; semplicità ed economicità di archiviazione e ricerca; facilità di invio anche a più destinatari contemporaneamente con costi estremamente più bassi rispetto a quelli tradizionali; possibilità di consultazione ed uso anche da postazioni diverse da quella del proprio ufficio; integrabilità con altri strumenti di automazione di ufficio, quali rubrica, agenda, lista di distribuzione ed applicazioni informatiche in genere. La direttiva ricorda inoltre che, a sostegno alla diffusione della posta elettronica nelle amministrazioni statali, il 18 marzo 2003 il Comitato dei Ministri per la Società dell’Informazione ha approvato un progetto denominato @P@ che ha previsto una serie di interventi per la diffusione e l’utilizzo degli strumenti telematici in sostituzione dei canali tradizionali di comunicazione. Il progetto prevede, in particolare, che entro il 12 marzo 2004 tutte le amministrazioni dovranno provvedere all’ l’inserimento e al tempestivo aggiornamento dei dati contenuti nell’indice PA sul sito www.indicepa.gov.it .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore