Sony α9, tutto cambia nell’imaging professionale

Workspace
0 1 Non ci sono commenti

Sony α9 è la nuova mirrorless proposta al mercato professionale. Arriva in Italia entro fine giugno. Caratteristiche e prezzo

Sembra destinata a rappresentare un nuovo punto di riferimento nel confronto con gli altri modelli, mirrorless o reflex che siano, parliamo della nuova Sony α9. Si tratta della mirrorless full frame ammiraglia di Sony, destinata ai professionisti, che si presenta con un sensore Cmos a pieno formato di tipo stacked con risoluzione di 24,2 Megapixel.

La tecnologia del sensore retroilluminato stacked non è di per sé una novità. Si tratta di una tecnologia per cui la porzione del sensore sensibile alla luce è su un  livello differente rispetto alla parte che contiene i circuiti.

Sony A9 - Vista Dall'alto
Sony A9 – Vista Dall’alto

Questa modalità dovrebbe velocizzare l’acquisizione dei dati (ISO 100-51200, espandibili fino a 204.800), elaborati poi dal processore Bionz X (in questo caso un doppio processore, e chip LSI). In pratica: la circuteria è integrata sotto i pixel e non sullo stesso livello, affianco, si risparmia inoltre spazio con sensori più compatti e una maggiore densità di pixel.

Sony A9
Sony A9, la disposizione dei comandi. Il nuovo jog shuttle in alto a destra rispetto al display

Sony α9 vanta inoltre un sistema autofocus ultrarapido, a rilevamento di fase, che lavora su 693 punti (coprendo il 93 percento del fotogramma). Integrato a questo il fotografo può sfruttare 25 punti a rilevamento di contrasto per un AF che possiamo tranquillamente definire ibrido perchè attinge al meglio delle due tecnologie e cioè la precisione del sistema a contrasto, e la velocità del rilevamento di fase.  

Sony A9
Sony A9

A prima vista ecco invece le caratteristiche salienti: corpo compatto, più stabile rispetto ai modelli precedenti, con display LCD orientabile ma ancora sul lato lungo con le staffe al corpo macchina, ed è disponibile comunque anche il mirino elettronico XGA Oled Tru-Finder da 3,6 MP.

Le foto, fino a 20 fps, in pratica senza staccare l’occhio dal mirino, vengono memorizzate su un doppio slot SD Card (uno dei due supporta lo standard UHS-II), e possono essere catturate sfruttando l’otturatore la cui velocità massima è di 1/32000 la fotocamera poi si collega via ethernet ai computer, ma dispone anche di connettività WiFi e Bluetooth 4.1.  Sony α9 può catturare video con risoluzione Ultra HD fino a 30 fps, con bitrate a 100 Mbps. 

La nuova ammiraglia mirrorless di Sony sfrutta infine lo stabilizzatore di immagine Sensor-Shift, su cinque assi che secondo il vendor è in grado di compensare fino a 5 stop.

Il gioiellino di Sony che può montare tutte le ottiche E-Mount è disponibile dal 25 maggio negli USA, in Italia Sony α9 arriva entro giugno al prezzo di 5300 euro (solo corpo). La sfida a Nikon e Canon è aperta e a tutto campo, anche se il prezzo non favorirà Sony in un mercato che soprattutto soffre per i volumi. 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore