Sony adotta lo standard SATA

Aziende

Le unità a nastro fino a 100 Gb, disponibili da questo mese, si avvalgono dell’interfaccia SATA.

Maggiore flessibilità, capacità e affidabilità a un prezzo competitivo. Queste sono le motivazioni che hanno spinto Sony ad adottare la tecnologia SATA (Serial Advanced Technology Architecture). Da questo mese sono disponibili le nuove unità AIT-1 e AIT-2 Turbo dotate di tale interfaccia. Con questa tecnologia, assicura Sony, ci si avvale di cavi più sottili e flessibili, oltre che meno ingombranti, che ne facilitano l’integrazione nei server. Rispetto alla tecnologia PATA convenzionale, inoltre, questa offre una velocità superiore del 50%, arrivando a raggiungere i 150 Mbit contro i 100 Mbit dell’altra tecnologia. “Incorporando lo standard SATA nelle nostre unità, ci riproponiamo di mantenere la nostra posizione di avanguardia nella tecnologia di backup dei server? – ha dichiarato Will Trotman, senior product manager di Sony Europe – Offrendo ai clienti una vasta scelta di interfacce per il mercato delle unità nastro di fascia base, speriamo di convincere un numero maggiore di utenti DAT a passare alla tecnologia AIT”. L’unità AIT-1 Turbo ha una capacità nativa di 40 Gb con una velocità di trasferimento pari a 6 Mb al secondo. Il modello AIT-2 Turbo è una soluzione ideale per le piccole medie aziende, grazie alla presenza della funzionalità Worm.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore