Sony ancora in rosso

AziendeMercati e Finanza

Il colosso giapponese riporta il primo calo nei profitti in 14 anni. I tagli e la ristrutturazione per sopravvivere alla recessione

La crisi di Sony ha tanti motivi: la concorrenza di Apple che con l’iPod ha surclassato il Walkman (anche se ora Sony tira fuori dal cilindro l’anti iPod Touch Sony Walkman serie X1000 ), la concorrenza della Nintendo Wii e DS (che hanno stracciato Ps3 e Psp, nonostante il recupero in Giappone degli ultimi due mesi), i costi di una pesante ristrutturazione e la moneta giapponese, lo Yen troppo forte.

Sony ha archiviato l’anno fiscale con un secondo trimestre consecutivo in perdita: si tratta del primo calo nei profitti in 14 anni.

Sony ha annunciato tagli per 16mila posti di lavoro e del 10% sugli impianti produttivi.

Sony prevede 1,15 miliardi di dollari di perdita per l’anno finanziario che verrà archiviato nel marzo 2010.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore