Sony ci riprova

Aziende

"Finalmente ci siamo svegliati". Lo dice Claudio Borroni, presidente e amministratore delegato di Sony Italia, parlando della sua azienda. Prodotti e strategia ci sono

Il tono è quello di chi sa di avere in mano un bella sfida. Ma Claudio Borroni, ritornato ad essere l’amministratore delegato e il presidente di Sony Italia dalla fine di luglio (ritorno di fiamma dopo un incarico a livello europeo, che tuttora mantiene) ha ben presente il difficile momento storico che Sony sta vivendo, sia a livello mondiale sia locale.Il 22 settembre, il nuovo Ceo di Sony, Howard Stringer, aveva annunciato tagli in tutto il mondo per 10.000 posti di lavoro. “In Italia l’azienda sta camminando compatta in una direzione ben precisa, quella che la vede concentrarsi nell’elettronica di consumo ? dichiara Borroni -. Stiamo facendo anche una cura dimagrante, ma vogliamo rafforzare la nostra posizione laddove siamo ancora numeri uno nel mercato e risalire laddove non lo siamo più. Ovviamente risalire è molto più difficile, dopo che si è persa la prima posizione. Sony ora vuole concentrarsi nel settore dell’elettronica e finalmente ci siamo svegliati. Il prodotto c’è, così come l’approccio commerciale competitivo. Credo che vedremo dei prossimi mesi una ripresa di Sony nei settori importanti”. L’autunno degli annunci è già iniziato: oltre a tre nuovi notebook Vaio (Serie TX, Serie BX, FJ) rispettivamente per utenza professionale, aziendale e consumer, è stata presentata anche la nuova linea di TV LCD, chiamata Bravia (acronimo di Best Resolution Audio Video Integreted Architecture) composta da ben 11 modelli. Ma le novità non si fermano qui: a novembre arriveranno tre nuove fotocamere digitali della famiglia Cyber-shot e un hard disk walkman (finalmente, a 26 anni dal primo walkman Sony ci riprova, dopo aver perso il treno dell’iPod!!). In questi giorni si possono già trovare nei negozi, invece, due Walkman Bean, piccoli, colorati e anche in versione per mancini.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore