Sony paga le batterie difettose

LaptopMobility

La casa giapponese decide di accollarsi il ritiro delle proprie batterie
difettose

Dopo che molti produttori di portatili che adottavano batterie Sony sono state costrette a richiamare centinaia di modelli difettosi, la società giapponese ha optato per un gesto distensivo: per ridurre gli effetti del danno di immagine subito, Sony si farà carico del ritiro di tutte le batterie a rischio presenti nei notebook dei suoi partner, che comprendono, oltre alla stessa Sony, Dell, Lenovo, Toshiba, Apple, Fujitsu, Hitachi e Sharp. L’onere è notevole e si parla di diversi milioni di unità, anche perché l’annuncio è arrivato dopo la dichiarazione di alcune case di un ulteriore incremento degli esemplari difettosi, che per la sola Dell ora ammontano a 4,2 milioni di unità. Si moltiplicano i dubbi che Sony continui ad essere presente in questo mercato…

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore