Sony Vaio Fit 14A multi-flip, sinfonia di stile senza stupore nelle prestazioni

LaptopMobilityWorkspace
1 0 1 commento

PROVA e SLIDESHOW – Sony Vaio Fit 14A multi-flip è una proposta originale di laptop combinato. Eleganza e robustezza i punti di forza, convincente l’idea multi-flip. Nelle configurazioni base le prestazioni lasciano a desiderare

Ogni volta che ci capita di provare un nuovo laptop/tablet/ibrido/due in uno o combinato che sia, con Windows 8, rimaniamo stupiti di come il sistema operativo di Microsoft abbia contribuito a rivoluzionare il computing (e non è detto in meglio, per chi lavora), per quanto restiamo dell’idea che una distinzione netta tra laptop e tablet abbia ancora il suo significato e i suoi estimatori.

Sony, tra i vendor che con maggiore originalità hanno saputo interpretare i cambiamenti, propone già sul mercato italiano Sony Vaio Fit 14A multi-flip (disponile anche con le diagonali da 13 e 15 pollici). Si tratta proprio di un combinato che dal punto di vista dell’interpretazione stilistica ha soddisfatto pienamente le nostre esigenze, proprio perché la soluzione volendo è utilizzabile prima di tutto come notebook, senza accorgersi che ci siano parti mobili. Spieghiamo nel dettaglio.

Sony Vaio Fit 14A Multi-Flip
Sony Vaio Fit 14A Multi-Flip, ecco una vista di tutti gli utilizzi possibili

Sony Vaio Fit 14A multi-flip, design di classe per ogni utilizzo

Quando si solleva il coperchio l’utente pensa di avere a che fare con un laptop classico, senza parti mobili, con un ottimo display touchscreen (Lcd Tft a 1920×1080 pixel, molto nitido, neri profondi, contrasto e luminosità eccellenti) e del device apprezza pienamente la compattezza e robustezza. Basta spostare la leva di sblocco sopra il marchio Sony, per separare il pannello display dalla scocca di copertura, inclinarlo a piacere (da qui il nome multi-flip) e volendo appoggiarlo completamente sul piano tastiera per farlo diventare un tablet sì, ma  – ci teniamo a precisarlo – un tablet da scrivania, perché il peso di oltre 1,9 kg ne sconsiglia un altro utilizzo in mobilità, sull’avambraccio, per ore.

Sony Vaio Fit 14A Multi-flip
Sony Vaio Fit 14A Multi-flip, utilizzato come tablet è comodo sulla scrivania, meno a braccio, per il peso vicino ai 2 Kg

Avvolge tutta la scocca superiore e del piano tastiera l’alluminio lievemente striato. La striatura nel tempo potrebbe trattenere un po’ di sporcizia, ma la zigrinatura è molto fine, non dovrebbero esserci problemi nel pulirlo con un panno umido. Tastiera retroilluminata, touchpad sensibile, il vetro sul pannello display esposto, il sistema di aggancio e sgancio del pannello, così come anche la base nera satinata (pur sensibile ai graffi) offrono nel complesso una sensazione complessiva di estrema solidità. Sony ancora una volta non delude affatto nella qualità costruttiva.

A noi è molto piaciuta anche l’idea del piano di appoggio incassato rispetto al guscio superiore. Se questo pone qualche problema nello scovare le interfacce sui due profili, poi contribuisce a proteggere gli innesti da eventuali colpi, oggetti in caduta, o semplicemente da urti con le mani. Sul profilo destro il tasto di accensione con affianco la presa ethernet (bene anche la disposizione), presa USB 3.0, lettore di schede di memoria e minijack combinato (microfono e cuffie); sul profilo sinistro invece c’è la presa di alimentazione, la feritoia per la dissipazione del calore (il calore è correttamente scaricato su una zona limitata della base, assolutamente non sul piano di appoggio delle mani), un’altra presa USB 3.0 (ottima la scelta di collocarla opposta alla prima) e la presa Hdmi standard.

Sony Vaio Fit 14A multi-flip, caratteristiche tecniche

Concentriamo la nostra analisi su quelle più funzionali alla  valutazione complessiva, e rimandiamo per i dettagli al sito del produttore.

Sony Vaio Fit 14A multi-flip lavora nella configurazione da noi provata con Intel Core i3-4005U a 1,7 GHz. Vi è a disposizione nello store anche una configurazione di risparmio con Pentium 3556U: la sconsigliamo vivamente, come – in fondo – sconsigliamo anche quella del nostro Vaio Fit in prova, a nostro avviso deludente dal punto di vista prestazionale. Se vi piace il form factor indirizzatevi con decisione a Intel Core i5, se non sul sistema Intel Core i7-4500U. Il primo upgrade vi inviterà a una spesa di circa 60 euro in più, il secondo è disponibile per 140 euro in più. Tutto su un prezzo base, di circa 800 euro.
Il comparto grafico prevede la dotazione standard Intel integrata, sono inoltre disponibili 4 Gbyte di Ram e un disco da 500 Gbyte (5400 Rpm), non certo il top, anche se coadiuvato da una porzione SSD di 8 Gbyte oramai indispensabile. Nulla in questa configurazione ci stupisce e nulla contribuirà a dare un po’ di sprint a un ensemble hardware che, anche al primo utilizzo, si rivela abbastanza spento, tantopiù con i sistemi di risparmio energetico attivati.

Una nota importante: la batteria mostra la notevole capacità di 9750 mAh, ma non stupisce in prestazioni, consentendo circa 5/6 ore di utilizzo disinvolto. Non di più, nonostante le indicazioni molto più promettenti delle prime due ore di utilizzo che fanno sperare nelle 7 ore.

Ecco allora i nostri consigli in fase di configurazione. Oltre all’upgrade della Cpu, si apprezzerà molto di più questo laptop/combinato, subito, con l’upgrade dello storage e intendiamo proprio un disco SSD della massima capacità disponibile sul sito, 512 Gbyte SSD che però spingeranno il costo verso l’alto per altri 440 euro; infine per 40 euro non ci faremmo molti scrupoli a raddoppiare la Ram e portarla a 8 Gbyte.

Questa è secondo noi la giusta configurazione per questa proposta. Purtroppo è anche la configurazione top e costa nel complesso circa 700 euro in più che non sono pochi. Dovendo scegliere puntate su un Core i5 e se già vi affidate con disinvoltura a servizi esterni di storage in cloud, a un Nas casalingo, o a un disco USB esterno, potete risparmiare tranquillamente anche sulla capienza del vostro SSD. Riteniamo invece poco interessante l’acquisto della penna digitale, per l’utilizzo in mobilità in quanto il device è pesante. Ok se pensate di utilizzarla con il device su scrivania.

Per quanto riguarda invece la connettività merita la segnalazione oltre alla dotazione WiFi (tutti gli standard supportati) e Bluetooth, il sistema integrato Nfc per abbinare rapidamente cuffie e altri dispositivi

Sony Vaio Fit 14A multi-flip, giudizio

Sony Vaio Fit 14A multi-flip è un laptop per utilizzo combinato dal design originale, pregevole, con finiture robuste, ideale per un utilizzo casalingo, come per l’ufficio, per quanto certo non sia questa una soluzione business. Anche in una soluzione consumer ma elegante di questo tipo sono presenti ad alti livelli gli standard di Sony e da questo punto di vista Sony Vaio Fit 14A multi-flip è a nostro avviso un laptop eccellente, utilizzabile in casa anche come tablet.

Si pensi alla qualità del display, alla disposizione delle interfacce (con le USB 3.0 opposte, per esempio), alla tastiera retroilluminata e all’ampio piano di appoggio, ai materiali utilizzati e alla flessibilità del multi-flip.

La soluzione però nelle configurazioni intorno agli 800/900 euro di basso profilo si rivela lenta. In fondo è come se si fosse messo un motore poco potente su una macchina robusta destinata poi anche a correre. Per questo, però, mettendo mano al portafoglio c’è rimedio. Basta configurare correttamente il device in fase di acquisto. Si arriverà comodamente oltre i 1.300 euro.

Dal punto di vista della proposta software non abbiamo particolari rilievi, vogliamo però fare notare che i servizi Vaio Update e Vaio Control Center, e il tasto Assist, sono tre soluzioni ben congegnate in grado, senza essere invasive, di semplificare oggettivamente la vita anche agli utenti meno smaliziati in caso di problemi.

Sony Vaio Fit 14A Multi-Flip

 

 

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore