SOPA è congelata fino a febbraio: milioni di persone hanno firmato la petizione di Google

Autorità e normativeMarketingNormativa
Stop Sopa

I senatori americani hanno dovuto incassare la prima “serrata della Rete” come un gol a loro svantaggio: i senatori sono stati costretti a uno stand by e a un ripensamento forzato. I promotori del disegno di legge anti-pirateria hanno preso atto che milioni di persone hanno firmato la petizione anti SOPA di Google, una raccolta firme

I senatori americani hanno dovuto incassare la prima “serrata della Rete” come un gol a loro svantaggio: i senatori sono stati costretti a uno stand by e a un ripensamento forzato. I promotori del disegno di legge anti-pirateria hanno preso atto che milioni di persone hanno firmato la petizione anti SOPA di Google, una raccolta firme per protestare contro le due proposte di legge “sorelle”, PIPA e SOPA, al Senato e al Congresso degli Stati Uniti. Il disegno di legge Stop Online Piracy Act (SOPA) è in stand by fino a febbraio.

Anche Sir Tim Berners-Lee, padre del World Wide Web, ieri a Orlando, in Florida, parlando davanti a 5000 persone presenti all’ evento Lotusphere di IBM, ha detto che SOPA minaccia la Rete libera.

Dopo la presa di posizione del Presidente Barack Obama sul sito della Casa Bianca, il botta e risposta fa Google e Rupert Murdoch (quest’ultimo è favorevole a un giro di vite anti pirateria), la “serrata del Web” (con il black-out di Wikipedia e migliaia di siti, il link di Google all’iniziativa “Take action“, il post di Mark Zuckerberg), il fronte anti SOPA ha messo a segno un punto a suo favore, consapevole però che la battaglia non è ancora vinta. Alleati di Google sono: Facebook, AOL, Wikipedia, Amazon, Twitter e Mozilla Firefox. Anche Microsoft, uno dei colossi più “piratati”, si oppone a SOPA.

I 4.5 milioni di americaniche alle ore 4:30pm (orario californiano) avevano già firmato la petizione sono comunque un risultato importante. Sono cifre che gli USA, nell’anno elettorale delle presidenziali, non possono fingere di ignorare. Le proteste contro SOPA e PIPA stanno funzionando. Continueremo a monitorare, perché l’Open Web è una ricchezza per tutta la Rete. Come ha detto il fondatore del World wide web, Sir Tim Berners-Lee: “Dobbiamo proteggere internet come open space, dobbiamo rispettarlo“.

Dì la tua in Blog Café: 18 gennaio, sciopera Wikipedia

Gizmodo Usa contro SOPA
Gizmodo Usa contro SOPA
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore