Sophos, i paesi più spammer al mondo

CyberwarSicurezza

Gli Usa continuano ad inviare più posta spazzatura degli altri paesi. Al secondo posto si piazza il Brasile, mentre la Russia perde posizione: l’Italia è decima. Sotto accusa gli Url abbreviati di moda su Twitter e i social network

Il reame della junk e-mail continuano ad essere gli Usa. Sophos , che da sempre stila la classifica della “sporca dozzina” per individuare i paesi più spammer al mondo, punta il dito contro gli States, responsabili per il 15.6%, seguito al secondo posto dal Brasile, con 4 punti percentuali in meno. In calo è la Russia.

Sophos accusa la moda del s ocial networking e degli Url abbreviati (per esempio con servizi come TinyUrl), soprattutto su Twitter, come fonte di link compromessi.

Tra i continenti, il peggiore è l’Asia, con un terzo dello spam a carico (Sud Corea e Cina soprattutto), e alle spalle l’Europa al 21%.

L’Italia, di solito fanalino di coda nell’hi-tech, scala classifica da dodicesima a decima, con il 2,8% di posta spazzatura. Il Vietnam al 2,3% chiude al dodicesimo posto della sporca dozzina.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore