Sophos: la top ten di settembre

firewallSicurezza

In testa i soliti noti, i virus più insidiosi si riconfermano tali

Per il secondo mese consecutivo, continua a comandare la classifica dei dieci virus più diffusi W32/Netsky-P, inventato dal teenager tedesco Sven Jaschan. Le varianti del worm Mytob rappresentano circa metà di tutti i virus segnalati nel mese di settembre, mentre sono diminuite le e-mail infette. Sophos ha inoltre reso nota anche la classica dei 10 falsi allarmi più diffusi. Ecco per il secondo mese consecutivo, continua a comandare la classifica di Sophos dei dieci virus più diffusi W32/Netsky-P, inventato dal teenager tedesco Sven Jaschan. Le varianti del worm Mytob rappresentano circa metà di tutti i virus segnalati nel mese di settembre, mentre sono diminuite le e-mail infette. Sophos ha inoltre reso nota anche la classica dei 10 falsi allarmi più diffusi. Il rapporto, compilato grazie alle registrazioni effettuate dalla rete globale di stazioni di rilevazione Sophos, rivela che il worm Netsky-P, inventato da Sven Jaschan, il teenager tedesco già dichiarato colpevole a distanza di diciannove mesi dal lancio del suo virus, continua a scalare la top ten. Sophos segnala che i virus restano in classifica in media circa otto mesi. Questo dimostra che un gran numero di utenti è ancora restio a installare e aggiornare la protezione antiviru s. Il “numero uno” in classifica, Netsky-P, contro il quale Sophos ha rilasciato la protezione il 22 marzo 2004, ha incrementato la sua predominanza per il secondo mese consecutivo passando dal 14,7% al 18,6%. Si è registrato anche un incremento nelle segnalazioni di due vecchie conoscenze: Zafi-D e Netsky-D. Sophos ha rilevato che il trend delle minacce create a scopo di lucro è in aumento. Invece si osserva una flessione degli attacchi basati sull’invio in massa di e-mail infette. I classici virus che si propagano per e-mail hanno mantenuto le posizioni di testa della top ten. Le varianti del worm Mytob, identificato per la prima volta nel mese di marzo 2005, continuano a rappresentare circa la metà di tutti i virus segnalati nel mese di settembre. Il permanere di comportamenti incauti, come dimostrato dal “successo” di Netsky-P, conferma i risultati di un recente sondaggio condotto da Sophos, secondo il quale il 79% dei responsabili IT ritiene che i dipendenti mettano a rischio la sicurezza della propria azienda ignorando le regole per l’uso sicuro di Internet e della posta elettronica. Una nota positiva è rappresentata dalla diminuzione, per la quinta volta consecutiva, del numero di e-mail infette. Le ricerche effettuate da Sophos dimostrano che l’1,53%, ovvero un’e-mail su 65 di quelle in circolazione nel mese di settembre, conteneva virus. Per ridurre il rischio di infezione, Sophos consiglia alle aziende di implementare criteri di sicurezza sul gateway che impediscano agli allegati eseguibili indesiderati di raggiungere il network aziendale. Inoltre, le aziende dovrebbero utilizzare software antivirus aggiornati e firewall, nonché installare le patch di sicurezza più recenti. Sophos mette a disposizione delle aziende un servizio di informazione gratuito e costantemente aggiornato dove trovare le ultime informazioni sui virus e sui falsi allarmi all’indirizzo: www.sophos.com/virusinfo/infofeed .

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore