Sophos, rapporto sicurezza di mezza estate

CyberwarSicurezza

Ogni 5 secondi viene infettata una nuova pagina web.I Sophos Labs ricevono 20 mila nuovi campioni di software sospetto al giorno

Gli hacker sperimentano nuovi stratagemmi per diffondere virus e spam. Il più recente rapporto Sophos sulla sicurezza, relativo ai primi sette mesi di quest’anno, mette in luce tre dati interessanti: la tendenza di hacker e spammer a servirsi dei siti web di social networking, il crescente interesse dei creatori di malware per altri sistemi operativi come Mac e Linux, e i probabili rischi futuri per la sicurezza degli utenti dell’iPhone.

Triplicato il ritmo di crescita dei siti web infetti rispetto al 2007. Nel primo semestre del 2008 si è assistito a un vero e proprio boom del malware diffuso via web, il vettore di attacco prediletto dai criminali informatici assetati di denaro. In media, Sophos rileva 16 mila pagine web infette al giorno, vale a dire una pagina ogni cinque secondi.

Oltre il 90% delle pagine web pericolose appartengono a siti leciti manomessi mediante attacchi di tipo SQL injection che sfruttano eventuali vulnerabilità nei sistemi di sicurezza per inserire codici malevoli nel database che gestisce un sito web. I siti web infetti si confermano il metodo di attacco attualmente più in voga, ma la posta elettronica continua a rappresentare un rischio.

Una notizia dell’ultima ora o un tema che suscita scalpore funge spesso da specchietto per le allodole per indurre i destinatari dei messaggi a cliccare sui link in essi contenuti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore