Spam e malware non mollano

CyberwarSicurezza

Dopo la chiusura di McColo, lo spam torna ad alti livelli. Anche il malwale non conosce sosta ed è cresciuto a tripla cifra. Gli allarmi di Postini e Symantec

Nel giorno di Conficker , non arrivano buone notizie neanche dal fronte Spam. L a chiusura di McColo , una società di hosting compiacente che ospitava una vera e propria gang di spamme r, è passata da un pezzo, e lo spam torna ad alti livelli: Google Postini afferma nel suo blog che lo spam è tornato a crescere al ritmo dell’1,2% al giorno, tanto che il 94% del traffico email è spam e la posta spazzatura sta diventando localizzata geograficamente.

Ma anche il malware non molla la presa: Symantec avverte che MessageLabs ha scoperto che i siti che ospitano malware hanno compiuto un balzo del 197 per cento, con 2,797 nuovi siti al giorno.

Malware e spam si focalizzano sulla recessione, su eventi locali e geografici, per ampliare il proprio raggio d’azione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore