Spam per tutti

NetworkProvider e servizi Internet

Un nuovo archivio che promette la più grande e aggiornata raccolta di spam.

Dopo un sommesso debutto online la settimana scorsa, lo Spam Archive sta velocemente facendo passi avanti per diventare la pi vasta raccolta pubblica di junk email. Paul Judge, direttore della ricerca e sviluppo della CipherTrust, la compagnia che si occupa di sicurezza che sta dietro al progetto, ha dichiarato che il sito ha ricevuto circa 5.000 messaggi al giorno durante la prima settimana. Prevede che per il prossimo anno larchivio potr contenere un corpus di 10milioni di email commerciali indesiderate. Il servizio FTP del sito render disponibili gli spam, 10.000 per volta, a partire dal prossimo 4 dicembre. Non si era mai visto tanto entusiasmo per lo spam. Le sue dimensioni lo renderanno uno strumento di valore inestimabile ha detto il progettista di linguaggi di programmazione Paul Graham, che per primo ha rilasciato una dichiarazione sul progetto, nel suo trattato A Plan For Spam, pubblicato online ad agosto. William Yerazunis, che si occupa di filtri antispam applaude liniziativa. Secondo lui chi si occupa di antispam ha bisogno di un repertorio comune di spam aggiornati. Non prendo neanche in considerazione uno spam che abbia pi di un mese. Gli spam hanno una scadenza come i cibi freschi ha dichiarato. Yerazunis ha creato CRM114, un potente filtro antispam, utilizzando la sua raccolta privata di spam. Ma ha detto che larchivio far fare grandi passi avanti alla ricerca. C bisogno di ripetibilit nel creare e testare software antispam, ha aggiunto. Sebbene diversi newsgroup o archivi individuali abbiano raccolto spam per anni, secondo gli esperti queste raccolte sono troppo limitate e mal organizzare per offrire un significativo supporto alla ricerca. Daltra parte, anche vero che la Federal Trade Commission (FTC) mantiene un enorme database con 40.000 nuove email al giorno. Ma gli interessi della commissione sono rivolti principalmente a spam utili per ricerche sulle applicazioni delle leggi, e larchivio non pubblico. Mentre un pugno di esperti e analisti hanno elogiato liniziativa, la reazione nelle chat room stata tiepida. Non si capisce perch questo archivio di spam debba essere ritenuta una raccolta migliore di qualsiasi altra che si pu trovare aprendo un qualsiasi account su Hotmail si legge in un intervento pubblicato su Slashdot. Altri interventi suggeriscono che le email rimandate allarchivio potrebbero essere diabolicamente usate per identificare e molestare gli antispammer. Matt Anthony, direttore marketing di CipherTrust, garantisce che tutti i contributi saranno resi anonimi prima della loro pubblicazione. Alcuni sono preoccupati per la questione del copyright. Larchivio potrebbe essere citato per la ripubblicazione illegale dei messaggi degli spammer? Joyce Graff, vice presidente di Gartner2G, societ di analisi si mercato, sostiene che nessuno pu pretendere la propriet di uno spam che vi arrivato e impedirvene la pubblicazione. Inoltre, aggiunge, nessuno spammer pu avere interesse a venire allo scoperto. una questione che dovremo discutere con il nostro consiglio legale ha dichiarato Paul Judge. Per ora lo Spam Archive continuer a raccogliere la cyberspazzatura. Paul Graham, che sta organizzando per gennaio la prima conferenza sullantispam al MIT, ottimista. Lanno prossimo succederanno cose interessanti, non sar un buon periodo per gli spammer.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore