Speciale Infosecurity ? Websense fotografa interattivamente il pianeta del crimine informatico

CyberwarSicurezza

Il nuovo strumento offre una vista storica e in tempo reale dell’evoluzione dei crimini informatici nel mondo

In occasione di Infosecurity, Websense annuncia oggi un nuovo servizio offerto dai Websense Security Labs. Si tratta di una mappa aggiornata in tempo reale di tutti gli attacchi di phishing e delle attività criminose via Internet nel mondo. Alla mappa si può accedere all’indirizzo www.websensesecuritylabs.com/charts/threatmap.php o anche dal sito dell’Anti-phishing Working Group (APWG)www.antiphishing.org/crimeware.html – l’organizzazione con cui i Websense Security Labs hanno avviato nel giugno 2005 il “Progetto Crimeware” ( www.websensesecuritylabs.com/charts/mapdetails.php ), per il controllo dell’evoluzione delle tecniche dei crimini via Internet. APWG definisce “crimeware” quelle tecniche diverse da adware, spyware e malware per il fatto che sono sviluppate con lo scopo preciso di estorcere danaro alle vittime o creare comunque un danno economico. Websense e APWG, tra l’altro, ritengono che il phishing stia evolvendo in modo preoccupante da attacchi classificabili sotto la tipologia dell’ingegneria sociale (ovvero che sfruttano buona fede e ingenuità delle persone) a tecniche che agiscono in modo automatico, senza necessità di interventi da parte delle vittime. I Websense Security Labs hanno inoltre attivato un blog sulla sicurezza, che all’indirizzo www.websensesecuritylabs.com/blog / offre ai visitatori un’ulteriore fonte di informazioni sempre aggiornate su quel che di preoccupante avviene in Internet. Chi lo desidera, può anche essere informato quando ogni nuova notizia viene pubblicata sul blog grazie a un sistema automatico di avviso. I Websense Security Labs analizzano oltre 70 milioni di siti web al giorno alla ricerca di codice maligno e attività di hacking, utilizzando una “finta rete” (honeypot) di computer che aiuta gli esperti dei Labs a scoprire al loro primo apparire nuovi Trojan, keylogger e altre minacce e studiarne il comportamento e le conseguenze in un ambiente di rete aziendale. Ciò che i cacciatori di crimini sul web di Websense scoprono consente loro di offrire ai clienti il rimedio più idoneo a proteggersi anche prima che vengano resi disponibili gli aggiornamenti degli antivirus.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore