Specifica audio di nuova generazione

Stampanti e perifericheWorkspace

La tecnologia Intel High Definition Audio offre ai PC audio di qualità
analoga a quella dei dispositivi elettronici di largo consumo

La specifica audio di nuova generazione di Intel Corporation, il cui nome in codice era Azalia, ha ora una denominazione ufficiale: Intel High Definition Audio. Questa tecnologia offre audio di qualità CE (Consumer Electronics) per il PC. È stata progettata per implementare una vasta gamma di funzionalità audio, modem e di comunicazioni in PC, palmari e dispositivi elettronici di largo consumo. Il nome High Definition Audio è stato concepito per riflettere l’abbinamento di funzionalità audio evolute nei PC e nei dispositivi elettronici. Sviluppata da Intel con l’ampio supporto di produttori di PC e dispositivi CE, fornitori di codec, provider di software e altre aziende del settore, la tecnologia High Definition Audio è basata su un’architettura flessibile, dinamica, stabile e a costi contenuti con ampi spazi di crescita per la futura espansione. Oltre a garantire un’esperienza di riproduzione più soddisfacente, la tecnologia High Definition Audio è destinata a offrire un input di qualità superiore per le applicazioni di fonia e comunicazioni. Il raggiungimento di un audio di qualità superiore è attribuibile in parte a un’architettura potenziata e a una larghezza di banda più ampia che consente la trasmissione di audio multicanale a 192 kHz e 32 bit, oltre che al supporto per i formati audio di qualità elevata in evoluzione. Altre caratteristiche comprendono il supporto per microfoni in array multicanale per un input di qualità superiore, una larghezza di banda allocata in modo dinamico e la massima flessibilità nella configurazione dei dispositivi audio. La specifica High Definition Audio è attualmente al livello di revisione 0.9. Intel prevede di rilasciare la versione definitiva entro metà anno con licenza priva di royalty. La tecnologia verrà inoltre introdotta con il chipset Grantsdale, atteso sul mercato nel primo semestre del 2004.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore