Speednames lancia un servizio per la difesa della proprietà intellettuale

Network

I proprietari dei marchi registrati potranno registrare i domini .biz con un margine danticipo sui concorrenti

La società per la registrazione di domini Web, Speednames ha lanciato un servizio che consente agli utenti che hanno chiesto la registrazione dei domini .biz attraverso il sito q.speednames.com di esigere la difesa della proprietà intellettuale. Ci sono più di 15 milioni di marchi registrati nel mondo e un numero ben più grande di termini e nomi comuni su cui aziende e singoli individui possono accampare valide pretese, dice Martin Roll, vice presidente di Global Marketing. Il nuovo dominio Top-Level .biz è destinato agli utenti del settore Business e prima che la registrazione sia aperta al pubblico ci sarà un periodo in cui aziende e professionisti potranno richiedere la tutela della loro proprietà intellettuale. Questo servizio, offerto da Speednames e dal registro centrale dei domini .biz, è attivo da ieri e lo sarà fino al 9 luglio. Ogni richiesta di tutela costa 140 dollari. Non ci sono limiti al numero di richieste che un singolo individuo o società può fare, ma non sarà possibile inoltrarle dopo il termine del servizio. Dal 9 luglio in poi la registrazione dei domini .biz sarà libera. Linoltro della richiesta di tutela non garantisce lottenimento del dominio, dicono da Speednames, ma può essere un valido aiuto per tenere a bada cybersquatter e furbi della rete, o anche solo ignari utenti che non sanno di violare la proprietà intellettuale di un altro. La richiesta di tutela non implica automaticamente la richiesta di registrazione di un dominio, ricorda Speednames e pertanto è necessario effettuarla separatamente attraverso il sito q.speednames.com.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore