Sphinx e la Mummia Pasticciona

Management

Uscito in sordina e generalizzato da una pessima traduzione in italiano (The Cursed Mummy, la mummia maledetta, si è trasformata nella bambinesca “Mummia Pasticciona”), Sphinx è un gioco da tenere d’occhio. Ambientato in un magico Egitto, il titolo THQ propone un’avventura a tutto tondo con elementi platform, puzzle e d’azione. I due personaggi giocabili, Sphinx

Uscito in sordina e generalizzato da una pessima traduzione in italiano (The Cursed Mummy, la mummia maledetta, si è trasformata nella bambinesca “Mummia Pasticciona”), Sphinx è un gioco da tenere d’occhio. Ambientato in un magico Egitto, il titolo THQ propone un’avventura a tutto tondo con elementi platform, puzzle e d’azione. I due personaggi giocabili, Sphinx e la Mummia, sono ben differenziati e solo se utilizzati in modo complementare potranno permettervi di avanzare nelle ampie e variegate ambientazioni, studiate per valorizzare i loro singolari poteri. Con un aspetto grafico più che discreto, Sphinx convince anche sotto il profilo tecnico, oltre che per quello più importante del divertimento. Le uniche pecche del gioco sono la debole caratterizzazione e le poche possibilità di salvare la partita in corso. Poco per smorzare un giudizio più che positivo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore