Sponsorizzare nuove imprese, conviene

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

Arriveranno in Italia i business angel. Il testo, in esame alla commissione Bilancio della Camera, permetterà sgravi fiscali per gli sponsor di nuove imprese. Nonni-sitter per figlie imprenditrici

Vantaggi fiscali per i “soggetti pubblici o privati” che investono fino a 250mila euro nelle aziende di giovani e donne. Le micro imprese di giovani e donne in futuro potranno godere di sconti fiscali con un’imposta forfaittaria. È quanto previsto dal testo unificato, in esame alle commissione Bilancio, e presentato dalle commissioni Lavoro e Attività produttive della Camera.

Se approvato, il testo unico allo studio della commissione Bilancio, intende importare in Italia la figura dei cosiddetti “business angel”, i cosiddetti sponsor di imprese nascenti che usufruirebbero di sgravi fiscali in cambio di un finanziamento iniziale.

Ma il testo non guarda solo ai giovani. Per gli anziani il testo unificato in esame alla Camera prevede infine incentivi per promuovere i nonni-sitter che otterranno l’aspettativa al posto della figlia micro-imprenditrice. Nel caso di “instaurazione di un rapporto di lavoro con una lavoratrice nei due anni successivi al parto, le aliquote contributive e previdenziali e assistenziali previste dalla legislazione vigente siano ridotte nella misura del 75% per i primi 36 mesi, ferma restando la contribuzione a carico della lavoratrice nelle misure previste per la generalità dei lavoratori”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore