Spostarsi in città condividendo l’auto

NetworkProvider e servizi Internet

Si chiama car sharing e rappresenta una modalità di muoversi in città all’insegna dell’ecologia e della condivisione in Rete. Ma la voglia di e-participation si sposta anche in chat

A luglio 2004 erano oltre 2.500 gli utenti del servizio di car sharing con una percorrenza di oltre 100.000 km in media e 1.600 corse mensili . Chi sceglie il car sharing può impiegare l’automobile a tempo, pagando l’effettivo consumo all’ora e a chilometro. L’automobile “in condivisione” è in grado di eliminare fino a dieci veicoli simultaneamente dalla circolazione: l’effetto è percepibile con una discreta riduzione di smog e traffico. Ma in Internet come funziona la condivisione d’auto? Il modello del file sharing o della condivisione delle risorse, nata in ambito del free software e della filosofia open source di Gnu/Linux, si sta espandendo a macchia d’olio. Anche in un ambito di real life quale è l’andare al lavoro o a fare shopping in automobile. Protagoniste del fenomeno sono oggi le città di Venezia, Bologna, Torino, Modena Genova e provincia di Rimini, a cui presto si aggiungeranno Palermo, Firenze e Roma (il progetto è in bozza ancora nella Provincia di Milano, Brescia e Reggio Emilia). In tutte queste città il car sharing utilizza i numeri verdi e Internet come mezzi di comunicazioni primari. Un paio di siti Web da consultare per ottenere maggiori informazioni, corredati di Faq e mailing list per aggiornarsi, sono: www.icscarsharing.it e MilanoCarSharing su www.milanocarsharing.it . La voglia di partecipare a forum elettronici, a progetti di e-governance non si ferma però a questi progetti: online sta per scattare l’ora delle chat. Si chiamerà Chatt’amo Roma, e è il regalo che un’associazione culturale romana farà dal 1 ottobre al Comune di Roma: una piazza virtuale, una chat room in grado di trasformarsi in agorà telematica dove i cittadini romani potranno incontrare assessori, operatori sociali e sanitari. E nella Roma digitale in chat sarà anche possibile confrontare i prezzi dei mercati rionali, conoscere le anteprime a teatro o al cinema o ancora informarsi sulle Asl più efficienti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore