Spy story telematica

NetworkProvider e servizi Internet

Diciotto persone sono state arrestate. L’accusa è di aver impiegato cavalli di troia per sottrarre la clientela ai rivali

L’uso dei trojan horse è sempre più ad ampio spettro. In Israele hanno avuto il ruolo da protagonista in un caso di spionaggio industriale dai contorni telematici. Non solo spie, ma anche virus writer e cavalli di troia: i nuovi protagonisti telematici sono entrati nella sceneggiatura di una storia reale di spionaggio internazionale. In tutto sono state a rrestate 18 persone. L’accusa è di aver impiegato cavalli di troia, immessi ad arte nei Pc dei rivali, per sottrarre loro la clientela.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore