Stampante di frontiera

AccessoriWorkspace

La Epson Stylus Photo R2400 si colloca esattamente nel punto di congiunzione fra le stampanti professionali e quelle amatoriali evolute

Come sempre quando si parla di ink-jet, la nota dolente arriva quando si parla dei materiali di consumo. La R2400 infatti monta meccanica e tecnologie delle stampanti professionali, ma al posto delle capienti cartucce da 110 ml delle sorelle maggiori, utilizza striminzite cartucce a bassa capacità simili a quelle che trovate su stampanti da 100 euro. Su una macchina che viene acquistata presumibilmente per stampare in formato A3+ se non panoramico, si tratta di una scelta molto discutibile, resa accettabile solo dal fatto che consente di abbassare drasticamente il costo del carrello testina. All’atto pratico però, l’utilizzatore si troverà a correre spesso al negozio di ricambi per fare scorte, e il suo portafogli ne soffrirà parecchio, visto il costo delle cartucce.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore