Stampare in ufficio

LaptopMobility

Tre stampanti a getto dinchiostro e otto laser a confronto, per stabilire quale sia la soluzione ottimale per lufficio

di Dario Meoli In un ufficio non pu certamente mancare una stampante, periferica indispensabile da affiancare a un gruppo di Pc. Grazie alla connessione in rete, non necessario che ogni Pc disponga di una stampante dedicata un gruppo di lavoro, a seconda del numero di pagine che manda in stampa, pu permettersi la condivisione di tale periferica. Il primo quesito da porsi nella scelta di una stampante riguarda la tecnologia della medesima stampante a getto dinchiostro (ink-jet) o laser? Le prime sono indicate se si necessitano anche stampe a colori; le laser, invece, stampano in bianco e nero (a meno di non considerare anche le ben pi costose laser a colori) e hanno un costo di gestione pi contenuto. Nulla vieta, naturalmente, di dotarsi di stampanti di entrambe le tecnologie e di utilizzare, per esempio, la laser come default e la getto dinchiostro come alternativa quando necessaria la stampa a colori. Abbiamo approntato una prova comparativa di stampanti destinate alluso in ufficio, considerando quindi entrambe le categorie di prodotti. Per quel che riguarda le laser, abbiamo puntato sulla fascia pi bassa, ovvero quelle con un prezzo fino a 700 euro (Iva inclusa). La fascia di prezzo infatti lunica limitazione che abbiamo imposto ai produttori. Una stampante di questo genere adatta a stampare i numerosi documenti, che si utilizzano normalmente in un ufficio, di testo e non. La qualit di stampa solitamente molto elevata e non rappresenta un problema. Diverso invece il discorso legato alla velocit di stampa, che varia anche sensibilmente da modello a modello. Ciascun produttore dichiara una velocit di stampa, espressa in pagine per minuto (ppm), relativa alle proprie laser; questo valore per si riferisce a condizioni diverse da produttore a produttore, e pertanto non pu costituire parametro di paragone se non indicativo. Al contrario, abbiamo eseguito numerosi test di stampa, per capire a fondo il comportamento dei modelli in prova. Il primo test riguarda la stampa in bianco e nero di testo, ed il valore con cui normalmente si indica la velocit di stampa. Tra le otto laser pervenute in redazione, la pi veloce si dimostrata la Lexmark, che ha superato le 15 ppm, mentre le pi lente sono comunque a livelli accettabili in quanto sono appena sotto le 10 ppm. Il secondo test, denominato Mixed color, comprende invece testo e grafica qui il divario tra le stampanti si fa pi ampio, in quanto si va dalle 2-4 ppm dei modelli pi lenti alle 13 delle pi veloci. In questo test, come pure in quelli che prevedono la stampa di un documento Pdf e di una presentazione PowerPoint, entrano in gioco prepotentemente anche il processore della stampante e soprattutto la quantit di memoria installata. I modelli pervenuti in laboratorio sono equipaggiati con quantit di memoria differenti, dai 2 Mbyte della Brother ai 16 Mbyte della Ricoh (8 Mbyte di base pi 8 di espansione); la Brother in particolare a causa della memoria ridotta non stata in grado di eseguire i test di qualit a 1200 dpi, ma solo a 600 dpi. Infine per ciascuno dei test di cui sopra abbiamo misurato la velocit di stampa della prima pagina. Ogni stampante infatti ha una propria inerzia alla partenza la prima pagina da stampare la pi lenta di tutte e questo pu essere importante per chi stampa spesso documenti di una sola pagina. Per quel che riguarda le caratteristiche tecniche, nessuna delle laser in prova equipaggiata con propria scheda di rete, anche se alcune presentano lalloggiamento per una futura espansione e per svincolarsi quindi da un Pc che faccia da server di stampa. Questo aspetto particolarmente importante se si ha in programma una futura espansione dellufficio e quindi un aumento del numero degli utenti. Se il Pc a cui collegata la laser provvede a fare in modo che non si accavallino i processi di stampa dei vari utenti, comunque necessario che gli utenti si rechino presso la stampante dopo aver mandato in stampa dei documenti. Per questo, soprattutto nei gruppi di lavoro pi numerosi, assumono grande importanza i cassetti della carta, che devono essere sufficientemente capienti da poter soddisfare le esigenze di tutti. Il cassetto di carica deve poter contenere una quantit di fogli tale da non dover essere continuamente alimentato; quello di uscita deve consentire agli utenti di stampare senza avere lincubo di andare subito a ritirare le stampe effettuate. Unaltra caratteristica da considerare al momento dellacquisto il tipo di connesione verso il Pc tutte le stampanti in prova hanno sia linterfaccia parallela, sia la pi pratica Usb, con leccezione della PagePro 1100 di Minolta che ha soltanto la parallela. Per quel che riguarda il carico mensile massimo, ci limitiamo a riportare nella tabella riassuntiva le indicazioni dei vari produttori, poich non abbiamo sottoposto le stampanti a un test cos intensivo. Le dichiarazioni dei produttori sono comunque quasi tutte allineate a un carico di 15000 pagine mensili. Per quel che riguarda le condizioni commerciali, abbiamo attribuito maggiore importanza al tipo e alla durata della garanzia rispetto al prezzo vero e proprio; per questultimo bisogna comunque dire che le differenze sono abbastanza marcate e si va dai 465,60 euro della Minolta fino ai 690 euro della Ricoh. Sebbene quasi tutti i produttori prevedano la possibilit di estendere la garanzia, la maggior parte di loro offrono come base dodici mesi on site; si differenziano Brother (24 mesi, per on center), Epson e Tally (12 mesi on center) e infine Samsung, che propone 12 mesi di assistenza specificando di ritirare il prodotto guasto presso il domicilio del cliente e di riconsegnarlo dopo la riparazione. Vale infine la pena considerare il costo dei materiali di consumo, in particolare del toner anche questi costi sono indicati nella tabella riassuntiva, secondo le indicazioni fornite dai produttori. In alcuni casi i produttori hanno anche indicato il numero di pagine che il toner in grado di stampare, con copertura del 5%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore