Stanca: Governo in 4 direzioni: informatica per tutti, e-Government, competitività delle imprese, sviluppo digitale

NetworkProvider e servizi Internet

La diffusione della "i" dell’informatica per tutti; la modernizzazione della pubblica amministrazione, mediante l’e-Government; la competitività delle imprese; lo sviluppo delle infrastrutture digitali.

“In una economia moderna, avanzata e globale non è più sufficiente, seppure necessario, perseguire solo l’efficienza complessiva in quanto siamo in una economia dell’innovazione, in cui un ruolo determinante deve essere attribuito alla innovazione, sempre più riconosciuta come leva primaria della competitività”. Così Lucio Stanca, ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, all’assemblea dell’Assolombarda. In tale direzione la politica del Governo per l’innovazione si sta muovendo in quattro direzioni: gli italiani, cioè la diffusione della “i” dell’informatica per tutti; la modernizzazione della pubblica amministrazione, mediante l’e-Government; la competitività delle imprese; lo sviluppo delle infrastrutture digitali. “La nostra politica tende a creare una Società dell’Informazione per tutti, evitando che emergano nuove forme di emarginazione e garantendo un contesto sicuro e rispettoso della privacy, in modo da realizzare un clima di fiducia verso l’economia in Rete”, ha detto il ministro. Agli imprenditori, quindi, si rende noto in una nota a cura dell’ Ufficio Stampa del Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie, il ministro ha lanciato l’invito a partecipare, tutti, ad un “patto per l’innovazione”, ma anche a cogliere concretamente “la sfida di una maggior competitività e attrattività del nostro Paese”, in quanto “non è solo da una revisione, più o meno ‘intelligente’, del Patto di Stabilità che dipenderà il nostro futuro”. [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore