Stephen Elop (ex Ceo di Nokia) lascia Microsoft

ManagementNomine
Stephen Elop lascia Microsoft
1 9 Non ci sono commenti

In vista del lancio di Windows 10, Microsoft cambia i dirigenti in azienda. Stephen Elop, ex Ceo di Nokia, lascia

È stato l’ex top manager di Microsoft che, una volta nominato Ceo di Nokia, ha portato l’azienda ex numero uno dei telefonini cellulari a scegliere, nel dopo Symbian, Windows Phone invece di Android, portando così Nokia nell’orbita di Microsoft. Ma Stephen Elop ora lascia l’azienda di Redmond. Terry Myerson, ora a capo di Operating Systems Group responsibile di Windows 10, guiderà il nuovo Windows and Devices Group (WDG),che si focalizzerà più su Windows personal computing, per espandere Windows oltre al Pc. Invece il VP esecutivo Scott Guthrie continuerà a guidare la squadra Cloud and Enterprise per concentrarsi sulla piattaforma intelligent cloud, dedicata ai clienti corporate. Il VP esecutivo Qi Lu rimane a capo di Applications and Services Group, per focalizzarsi su servizi di produttività su tutti i device sia per utenti consumer che professionali, oltre all’Education.

Stephen Elop lascia Microsoft
Stephen Elop lascia Microsoft

L’acquisizione del businnes dei Lumia e dei cellulari di Nokia da parte di Microsoft, finalizzata nel 2014, con i suoi 32.000 impiegati e 15 miliardi di euro circa nel 2012, è stata una naturale conseguenza, visto che i Lumia sono i principali driver di Windows nel Mobile. Ma, in vista del debutto di Windows 10 il prossimo 29 luglio, Microsoft cambia i vertici dei gruppi, e Stephen Elop, ex Ceo di Nokia, lascia.

Secondo Strategy Analytics, Windows Phone è calato dal 3.8% di un anno fa al 2.7% attuale, contro l’80% circa di Android, mentre Windows domina su Pc con il 90% di quote di mercato (secondo NetMarketShare).

L’acquisizione di Nokia, l’azienda finlandese, ha avuto un impatto negativo sui profitti di Microsoft, costretta a licenziare 18 mila dipendenti, di cui 12.500 appartenenti all’unità di Nokia. Il break even di Nokia è atteso in due anni, per il 2016. Acquisita per 7.2 miliardi di dollari, Nokia ha portato in dote 2 miliardi di fatturato, ma anche perdite operative per 692 milioni di dollari.

Stephen Elop, ex Presidente e CEO di Nokia, era rientrato in Microsoft nel ruolo di Vice Presidente Esecutivo di Microsoft Devices Group, aveva addirittura sfiorato la candidatura a Ceo dopo Steve Ballmer, ma non ha resistito alla riorganizzazione voluta dal Ceo Satya Nadella.

Il mercato smartphone chiude il 2014 registrando un incremento del 20% a quota 1,2 miliardi di unità. Lo riporta la società d’analisi Gartner. Partiamo dai numeri: le vendite di smartphone sono cresciute del 20% a 301 milioni di pezzi rispetto al -25% dei telefonini cellulari tradizionali.

Ogni tre telefonini venduti, due sono smartphone, ma, procedendo a questo ritmo, gli smartphone arriveranno a detenere il 90% delle vendite della telefonia mobile nel 2018.

Secondo la società d’analisi Idc, Android e iOS rappresentano ormai un duopolio: detengono il 96.3% nel mercato smartphone (dati del quarto trimestre 2014). Nella battaglia per il terzo posto, Windows Phone ha fatto fuori BlackBerry, ma serve l’upgrade a Windows 10, per competere con i primi due della classe.

Microsoft scommette su Windows 10, piattaforma unica che girerà su tutti i dispositivi – da smartphone a tablet, da Pc a console Xbox One, da Tv ad ATM, fino agli occhislini per la Realtà virtuale (VR) HoloLens – con le apps universali, sviluppate una volta sola dai developer.

Microsoft ora 12 Top manager: il Ceo Satya Nadella, Chris Capossela (Executive Vice President e Chief Marketing Officer), Kurt DelBene (Executive Vice President, Corporate Strategy and Planning), Scott Guthrie (Executive Vice President, Cloud and Enterprise), Amy Hood (Executive Vice President and Chief Financial Officer), Kathleen Hogan (Executive Vice President, Human Resources), Peggy Johnson (Executive Vice President, Business Development), Qi Lu (Executive Vice President, Applications and Services Group), Terry Myerson (Executive Vice President, Windows and Devices Group), Harry Shum (Executive Vice President, Technology and Research), Brad Smith (Executive Vice President and General Counsel, Legal and Corporate Affairs) e Kevin Turner (Chief Operating Officer).

 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore