Steve Ballmer accusa Google di leggere le email degli utenti

Autorità e normativeSorveglianza

Il Ceo di Microsoft punta il dito contro il modello business di Google

Google mette Office sotto assedio sul Web? Il Ceo di Microsoft, Steve Ballmer, reagisce pesantemente,accusando Google di leggere le email degli utenti. La privacy, già tallone di Achille di Google, finisce nel mirino di Ballmer. Man mano che si fa più serrata la sfida online tra il colosso di Redmond e quello di Mountain View, il gioco si fa duro. Il Ceo di Microsoft punta il dito contro il modello business di Google. Il motore di ricerca sta sposando l’enterprise in maniera sempre più decisa, con Google Apps Premiere e con Google Docs. E Ballmer reagisce rincarando la dose contro l’avversario: “La teoria è quella per cui se qualcuno legge la vostra mail conosce il modo in cui parlarvi. Bene, questo concetto non ha funzionato brillantemente come è stato concepito“. Le accuse di Microsoft a Google , anche se più esplicite del solito, non usano toni nuovi. Sappiamo che Microsoft sta abbracciando il modello di Google, dei servizi gratuiti finanziati dalle inserzioni pubblicitarie. Dalla raccolta pubblicitaria su Internet fino ai sistemi integrati di comunicazione, Microsoft sta cercando di sfidare Google sul terreno dell’advertising in Rete. Microsoft sta diventando meno Pc dipendente, e più focalizzata sul mercato della pubblicità online (ma anche sul mercato musicale digitale con la seconda versione di Zune e con un anti iPhone in collaborazione con Htc), con lo scopo di accaparrarsi una fetta della potenziale torta pubblicitaria di 550 miliardi di dollari l’anno complessivi. Ma a volte, in questa lotta all’ultimo clic, capita di sferrare colpi proibiti. In passato Microsoft ha accusato Google di violare i diritti d’autore e, più recentemente, di mettere la privacy degli utenti sotto pressione , con l’acquisizione di DoubleClick. Non è certo la prima volta che Microsoft addita la BigG.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore