Steve Ballmer: Entro Natale l’anti iPad con Windows 7

AziendeMarketing

Microsoft è al lavoro con i suoi partner hardware per portare Windows 7 sugli Slate. I primi design fine anno, ma il meglio nel 2011 con il processore Oak Trail di Intel. Alcuni pareri

Non sappiamo ancora se si chiameranno Windows 7 Slate, ma rispondere a Apple iPad è il lavoro numero uno di Steve Ballmer, Ceo di Microsoft: “Job Number 1” ha detto senza mezzi termini Ballmer al Financial Analyst Meeting. Microsoft non dorme e sta urgentemente cercando la controffensiva contro 3,27 milioni di iPad venduti in un trimestre: troppi, “molti di più di quanto avrei voluto che vendessero” stigmatizza Ballmer.

Microsoft ha ricordare di avere molto software, know-how e proprietà intellettuali spesi nel business dei Tablet in una decade. L’iPad ricorda a Ballmer i giorni del Netbook: quando Linux guadagnava market share a vista d’occhio, finché Microsoft rinunciò a Vista sui netbook e non installò Windows Xp sui mini-notebook, fino a rimettere all’angolo Linux. Oggi Microsoft lavora con i suoi partner hardware per portare Windows 7 sugli Slate. Alcuni design emergeranno per fine anno, ma il meglio arriverà nel 2011 quando Intel sfodererà il processore Oak Trail.

Microsoft non ha fatto cenno ad ARM, nonostante un accordo appena firmato, né a Windows Embedded Compact né a Windows Phone 7 (che alcuni clienti hanno detto di vedere bene anche su tablet oltreché su smartphone, ma Ballmer ha detto che WP7 è perfetto per schermi da 3-4 pollici e non oltre).

Se Apple ha fatto un buon lavoro con iPad (è la concessione di Ballmer al rivale), Microsoft sa che all’utente finale piace la libertà di scelta: poter scegliere fra diversi processori, diversi pesi, design e prezzi.

Intanto Ballmer ha offerto una demo dei servizi di Windows Live Wave 4, in arrivo a cavallo fra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, basato sulla “personal cloud”.

Microsoft aprirà tre nuovi Microsoft Store a Bellevue, Wash, a Minneapolis (nel Mall of America) ed uno fuori Chicago (Oak Brook, Ill).

Tuttavia Steve Ballmer non è stato per tutti convincente: secondo Mary Jo Foley di ZdNet Microsoft deve mettere più l’accento sulla durata della batteria e sull’ottimizzazione dell’interfaccia utente che dev’essere touch-first. Anche secondo The Register Steve Ballmer dovrebbe essere prudente e prestare più attenzione a quelle analisi che mostrano come dal 2007 Apple abbia aperto le porte al touch-based computing: prima con iPhone e ora con iPad. Se gli esistemnti tablet Windows non sono mai decollati, un motivo ci sarà.

Windows Phone7
Windows Phone7
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore