Steve Ballmer spazia dal cloud computing a Chrome Os

Aziende

Alla Worldwide Partner Conference di New Orleans, Steve Ballmer spiega ai partner che il passaggio ai servizi online era inesorabile. Su Google Chrome Os, dice che in fondo nessuno sa cosa sia

Alla Worldwide Partner Conference di New Orleans, dopo Office 2010 in Technical preview (su invito), Office Online e Windows 7 per il business, Steve Ballmer spazia dal cloud computing a Chrome Os.

Steve Ballmer spiega ai partner che il passaggio ai servizi online era inesorabile.

Microsoft sarà uno dei tanti fornitori di servizi, accanto a Google e Amazon. E ai partner dice: a chi non piacciono innovazione e cambiamento, non cavalca il business IT. Le versioni online di Office, SharePoint e Exchange, fanno parte del nuovo corso di Microsoft.

Su Google Chrome Os, Ballmer dice che in fondo nessuno sa cosa sia. Ma ricorda a Google che è un errore fare due diversi sistemi operativi: Google sta puntando su due sistemi operativi separati, Chrome OS e Android, ma questo è un errore di cui Microsoft si pentì ai tempi di Windows 95 per il consumer e Windows NT per il business: serve un unico sistema operativo, non due.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore