Steve Jobs: Flash è vecchio

AziendeMarketing

Steve Jobs contro Adobe Flash: tutte le contestazioni del Ceo di Apple contro il Player della software house

La guerra (di parole e dichiarazione) fra Apple e Adobe Flash non si arresta. Dopo il botta e risposta, oggi il Ceo di Apple Steve Jobs ha voluto tornare sull’argomento, illustrando in una lettera pubblica cosa del player di Adobe e perché non gli piace di Flash.

A Steve Jobs non piace Flash per i seguenti motivi: perché non è aperto (il software di Adobe è chiuso invece di essere open come web standard HTML5, CSS – Cascading Style Sheets – e JavaScript); Apple contesta il fatto che con Flash si veda il “full web” (secondo Apple oggi non c’è solo Flash su YouTube, ma anche HTML5 o le applicazioni di CBS, Netflix e Facebook); affidabilità, sicurezza e performance (secondo Apple, le falle di Flash sono pericolose e metterebbero in crisi l’affidabilità di iPhone e iPad); durata batteria (Flash consuma); la questione multiTouch (in realtà Flash player 10.1 introduce il supporto alle superfici in punta di dita); infine Flash è da vecchi: “Flash was created during the PC era – for PCs and mice”. Flash è stato creato per l’era Pc e non per iPhone e iPad.

Android Froyo supporterà Flash 10.1 e sfiderà iPhone, l’unico smartphone senza Flash. Adobe ha minacciato di portare Apple in tribunale.

Steve Jobs contro Adobe Flash
Steve Jobs contro Adobe Flash
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore