STMicroelectronics: in un unico dispositivo il decodificatore MPEG e il demodulatore per la ricezione di trasmissioni via cavo

Management

QAMi5516, la prima soluzione basata su un singolo chip, per ricevere via
cavo i canali televisivi digitali, utilizzando un televisore analogico.

Il dispositivo QAMi5516, presentato da STMicroelectronics, implementa le funzioni del demodulatore del segnale QAM trasmesso via cavo, e il decodificatore del flusso video MPEG, che esegue la decompressione del segnale digitale. Il circuito integrato è particolarmente studiato per gli attuali STB usati per la ricezione via cavo di trasmissioni digitali; la CPU interna, ad alte prestazioni, e le funzioni grafiche avanzate lo rendono la scelta ideale per STB a basso costo. Il componente QAMi5516 rispetta le specifiche richieste per gli STB per trasmissioni via cavo, è supportato da molti sviluppatori di software, e supporta tutti i principali sistemi di accesso condizionale e middleware. Grazie alla unione su un solo chip delle funzioni di demodulazione del segnale QAM via cavo e di decodifica del flusso video MPEG, ST permette di ridurre i costi di produzione diminuendo il costo dei chipset e dando la possibilità di utilizzare una scheda a circuito stampato (PCB) più semplice e di dimensioni ridotte. Inoltre, la piedinatura del nuovo componente rende possibile l’utilizzo di un circuito stampato a due strati, nonostante la complessità funzionale dell’STB. Per minimizzare i costi di progettazione dei produttori di STB per trasmissioni digitali via cavo, e per accelerare i tempi di sviluppo, la società ha definito un approccio che si basa su blocchi di base a basso costo, i cosiddetti cable brick (mattoncini di base per un sistema via cavo): un progetto di riferimento completo, corredato da schemi circuitali, layout della scheda a circuito stampato e software di base. I produttori di STB possono utilizzare questo progetto di riferimento senza modificarlo, o possono adattarlo alle proprie esigenze. Il nuovo CBR1300, che include il QAMi5516, estende il concetto dei “mattoncini di base” poiché aumenta il livello di integrazione. Il software per il circuito integrato è compatibile con quello dei noti dispositivi STi5516 e STV0297 della ST; l’adattamento di eventuali progetti già esistenti richiede solo modifiche minime.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore